custom-header
ISTANZA GIUDIZIALE DI AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO PER LEGGE PINTO

COSA FARE SE L’ORDINE DEGLI AVVOCATI NON TI AMMETTE AL GRATUITO PATROCINIO PER IL RICORSO LEGGE PINTO?

VEDIAMO COME OTTENERE IL GRATUITO PATROCINIO NEL RICORSO PER RISARCIMENTO EX LEGGE PINTO.

Appello contro il diniego di Gratuito Patrocinio

Appello contro il diniego di Gratuito Patrocinio

Il DPR 115/2002 prevede che il patrocinio a spese dello Stato civile vada autorizzato in via provvisoria all’Ordine degli Avvocati del Foro dove si radicherà  il contenzioso. A questo va quindi inoltrata la domanda di ammissione al beneficio per la presentazione del ricorso per il risarcimento da eccessiva durata del processo.

L’ammissione avverrà se saranno  ritenuti esistenti i  requisiti reddituali e la fondatezza della domanda o delle ragioni che portano a a svolgere la richiesta risarcitoria ex legge Pinto.

VADEMECUM PER IL TESTIMONE NEL PROCESSO

COSA PUO’ DIRE IL TESTIMONE NEL PROCESSO?

Il testimone nel processo

Il testimone nel processo

Il processo è lo snodo cardine per la fruizione del sistema giustizia.

Attraverso l’esito della vicenda processuale si determina la sentenza che è decisione della vita delle persone coinvolte. I testimoni sono l’ago della bilancia.

Può piacere o meno, ma è così.

La sentenza e, prima di lei, lo svolgimento del processo sono l’oggetto di interesse di tutti coloro che si approcciano alle aule di tribunale. Non si può quindi prescindere da ciò che è fondamentale nel determinare il percorso e la meta da raggiungere, ovvero ciò che crea il convincimento del giudice: parliamo dell’istruttoria e delle prove che ivi  vengono a formarsi o a trovare riconoscimento di inoppugnabilità.

GUIDA BREVE ALLA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA’

VUOI SAPERE DI PIU’ SU SFRATTO PER MOROSITA’ E GRATUITO PATROCINIO: ECCO LA GUIDA BREVE ALLA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA’

Scarica GRATIS l’E-BOOK dell’Associazione “ART. 24 Cost.“:

Guida Breve al procedimento di intimazione di convalida di sfratto per morosità anche con il gratuito patrocinio

Guida Breve allo Sfratto per Morosità

Guida Breve allo Sfratto per Morosità

Una giustizia giusta ha lo scopo di garantire l’accesso a strumenti di tutela efficienti. Questo vale anche per la difesa dei diritti che nascono dal rapporto di locazione e per la tutela del credito.

Del resto, mai come in questo momento ve ne è stato bisogno: la situazione economica nazionale erode la liquidità di tutti gli italiani e le famiglie stringono sempre di più i cordoni della borsa. In tali frangenti vengono meno persino le disponibilità per la vita quotidiana e, quindi, si accentuano gli attriti fra locatori ed inquilini.

PREVENZIONE E CONTRASTO DELLA VIOLENZA DI GENERE CON IL GRATUITO PATROCINIO

IL DECRETO LEGGE DEL GOVERNO LETTA DA ACCESSO AL GRATUITO PATROCINIO ALLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE

Gratuito patrocinio alle vittime di stalking

Gratuito patrocinio alle vittime di stalking senza limite reddituale

Il Governo Letta ha approvato il decreto legge sul femminicidio su proposta dei ministri dell’interno Angelino Alfano, del lavoro e politiche sociali, Enrico Giovannini e della giustizia, Annamaria Cancellieri.

Sotto il titolo di “Prevenzione e contrasto della violenza di genere”, si da anche nuova attuazione all’art. 24 della Costituzione garantendo a tutte le vittime di tali orribili reati l’accesso al gratuito patrocinio senza limiti di reddito.

E’ infatti stabilito che i reati di maltrattamenti ai danni di familiari o conviventi e di stalking sono inseriti tra i delitti per i quali la vittima è ammessa al gratuito patrocinio anche in deroga ai limiti reddituali.

GUIDA AL RECUPERO CREDITI DA LAVORO NELL’APPALTO

COSA FARE QUANDO  NON TI PAGANO I CREDITI DA LAVORO NELL’APPALTO?

SCARICA IL MANUALE PER SCOPRIRE “LA PRIMA GUIDA ALL’AUTODIFESA RETRIBUTIVA”

Scarica ora l’e-Book Gratuito: “Guida al recupero dei crediti da lavoro nell’appalto con la solidarietà  della committenza: come funziona e quando beneficiarne.

 

Guide Brevi al gratuito patrocinio

Guida Breve al recupero crediti da lavoro nell'appalto

***

Troppo spesso avrai visto che gli appaltatori sono dei datori di lavoro sfortunati che dipendono dalle sorti e dalla buona volontà  della committenza.

Altre volte sono più fortunati, ma meno attenti ai diritti dei loro lavoratori dipendenti. In entrambi i casi ne può discendere la difficoltà  per chi ha lavorato per loro di portare a casa il proprio stipendio, anche dovendo tener conto della facile irreperibilità  di chi non ha nulla da peredere.

VADEMECUM PER IL TESTIMONE DEL PROCESSO CIVILE

COSA RACCONTERANNO I TUOI TESTIMONI?

Cosa dirà  quel testimone?

Cosa dirà quel testimone?

L’oggetto dei nostri articoli è usualmente imperniato sull’assistenza processuale con il gratuito patrocinio. Si parla quindi sempre di processo, civile o penale che sia, e questo perchè il beneficio di Stato è esteso ai non abbienti solo per le attività  che si svolgono nel corso di un procedimento avanti il Giudice.

Oggi vogliamo parlare del procedimento, di cosa si svolge dopo l’avvio del contenzioso e di cosa bisogna sapere per comprendere la rilevanza della prova più importante, la testimonianza  che verrà  ad esistere appunto a processo inoltrato.

Non si deve infatti prescindere dallo svolgimento effettivo di ogni specifico iter processuale.

SEPARAZIONE E DIVORZIO CON IL GRATUITO PATROCINIO

TI TROVI A VIVERE UNA SEPARAZIONE DEI CONIUGI?

Se, purtroppo, Ti trovi a dover gestire la situazione che ne consegue è certo vero che è opportuno avere la migliore consulenza per non commettere errori o fare scelte fuori tempo. Tuttavia, non sempre durante una separazione dei coniugi si è in grado di sopportare i costi di un supporto professionale.

Questo a meno che non si sappia di poter ottenere l’ammissione al gratuito patrocinio per i non abbienti.

Se vuoi saperne di più abbiamo raccolto in queste slide gli elementi fondamentali della disciplina per ricapitolare velocemente quello che più ti serve.

Sfoglia le slide per scoprire i passaggi minimi della separazione con il gratuito patrocinio.
Dopo clicca sul link per scaricare la Guida Breve. Troverai tutto quello che può servirti per preparare la Tua difesa.

GRATUITO PATROCINIO, FALLIMENTO ED ESDEBITAZIONE DEL FALLITO

COME DIMENTICARSI DEI DEBITI RESIDUI DEL FALLIMENTO

Esdebitazione del fallito con il gratuito patrocinio

Esdebitazione del fallito con il gratuito patrocinio

Dopo la chiusura della procedura del fallimento capita sovente che residuino dei debiti verso i creditori fallimentari. Questi, notoriamente insaziabili, sono pronti alla finestra ad aggredire il fallito che torni in bonis successivamente al decreto che chiude il fallimento.

Anzi spesso capita che i creditori siano rimasti silenti fino alla fine della procedura fallimentare perchè zittiti dall’autorità del curatore e poi, dopo pochi mesi dalla chiusura, si scoprano repentinamente desiderosi di ansie vendicative e tentino di ostacolare in ogni modo il ritorno alla vita normale dell’ex fallito che ha appena intravisto uno spiraglio di speranza.

Il legislatore ha però tenuto conto dell’evoluzione della società e delle esigenze del contesto economico ed è intervenuto sul punto. Vediamo assieme cosa è successo.

GRATUITO PATROCINIO: NON REVOCABILITA’ DELL’AMMISSIONE

MANIFESTA INFONDATEZZA DELLA CAUSA E NON REVOCABILITA’ DELL’AMMISSIONE

Corte di Cassazione

Corte di Cassazione

All’esito della causa, anche quando risulti che la pretesa che fatta valere in giudizio eÌ€ stata, sin dall’inizio, manifestamente infondata non è permesso al giudice, competente a liquidare gli onorari del difensore, di revocare la suddetta ammissione. La questione non è però  in contrasto ai precetti costituzionali perché il procedimento consente ogni verifica necessaria a valutare preventivamente e successivamente l’ammissibilità al patrocinio a spese dello Stato.

Questo perché, contrariamente a quanto affermato dal tribunale di Ascoli Piceno, il legislatore ha previsto:

  • sia una valutazione ex ante del requisito della non manifesta infondatezza (da compiersi al momento della presentazione della domanda, con rigetto della stessa nei casi in cui, sin dall’origine, l’istante voglia far valere una pretesa palesemente infondata),
GRATUITO PATROCINIO: MEDICINA CONTRO l’USURA

PRESTITI,  DEBITI, DIFFICOLTA ECONOMICHE, DISPERAZIONE, USURA!

Prestiti a usura?

Prestiti a usura?

Questo è il crescendo che molto spesso persone di tutt’Italia si trovano a vivere con il propagarsi dei tremendi effetti della crisi finanziaria mondiale.

I media e le istituzioni molto spesso ci raccontano di casi che emergono qua e là  con singoli, famiglie e comunità  strangolati dai debiti contratti con soggetti malavitosi che prestavano denaro a tassi ben oltre il lecito, magari dopo aver subito per anni l’anatocismo bancario.

La condotta penalmente e civilisticamente illecita consiste, in ogni caso, nel farsi dare o promettere in corrispettivo di una prestazione di denaro interessi usurariâ, o più semplicemente nell’aver incassato/preteso interessi di entità maggiore al limite di legge o che risultino comunque sproporzionati (rispetto al capitale), quando chi li ha pagati o promessi si trova in condizioni di difficoltà  economica o finanziaria.

RECUPERO CREDITI DA LAVORO: RETRIBUZIONE E TFR

VI HANNO DETTO CHE LA BUSTA PAGA VE LA DANNO IL MESE PROSSIMO?

E’ SUCCESSO ANCHE IL MESE SCORSO?

Voi, allora, avete un problema!

Busta paga

Busta paga

A fine anno, lo stato di difficoltà  delle aziende sta conducendo  operai ed impiegati verso  un orizzonte di incertezza e di rischio. Si, anche i lavoratori rischiano.

  • Cosa succederà  se il datore di lavoro non ce la farà  e verrà  travolto dalla crisi e dai debiti?
  • Pagherà  i crediti da lavoro prima dei debiti che garantisce personalmente con la propria casa?
  • Come farà  allora questo dipendente, che non è stato pagato per più retribuzioni mensili e che avanza anche il TFR e le altre competenze di fine rapporto?
CRISI ECONOMICA E RECUPERO CREDITI DA LAVORO

BUSTE PAGA, TFR, TREDICESIMA …. VE LE PAGANO??

Crisi economica e crediti da lavoro

Crisi economica e recupero dei crediti da lavoro

Tutti parlano della crisi economica e la crisi se ne frega, peggiorando senza fermarsi. Ogni giorno che passa sempre più lavoratori vedono i loro datori sentire l’affanno e ritardare i pagamenti di retribuzioni e tredicesime.

  • Anzi, gli insoluti nelle buste paga risultano in aumento proprio con l’approssimarsi delle festività .

Per chi ha un reddito da lavoro dipendente non si può però scherzare. La capacità  di spesa di una famiglia è infatti limitata e non si riesce ad attendere mesi prima di incassare i propri soldi come, del resto, non si hanno le risorse per avvalersi di avvocati, magari molto bravi ma costosi, per recuperare subito il frutto del proprio lavoro.