custom-header
SOVRAINDEBITAMENTO: IL CONSUMATORE HA DIRITTO AL GRATUITO PATROCINIO

GRATUITO PATROCINIO: COME GARANTIRE L’AMMISSIONE NELLA GESTIONE DELLA CRISI DA SOVRANDEBITAMENTO?

SOVRAINDEBITAMENTO E GRATUITO PATROCINIO

SOVRAINDEBITAMENTO E GRATUITO PATROCINIO

Per la prima volta il tribunale torinese accerta l’ammissione al gratuito patrocinio di un richiedente la composizione della crisi da sovraindebitamento. La domanda era stata rigettata dal Consiglio dell’ordine degli avvocati  al momento dell’introduzione della procedura ex legge n. 3 del 2012 ed il richiedente si è rivolto al Giudice competente nel merito.

Sì all’ammissione

Anche in sede di procedura concursuale si da così conferma all’esigenza di assicurare il diritto, costituzionalmente protetto dall’art. 24 Cost., all’assistenza tecnica per i non abbienti.

LEGA CHIEDE RIFORMA GRATUITO PATROCINIO PER I RICHIEDENTI ASILO

LEGA: CHIEDEVA DA 2 ANNI DI RIFORMARE IL GRATUITO PATROCINIO PER I MIGRANTI NELLA RICHIESTA DI ASILO

LEGA NORD E GRATUITO PATROCINIO

LEGA NORD E GRATUITO PATROCINIO

La gestione dei flussi delle immigrazioni impattano anche sul gratuito patrocinio. Infatti, qualche settimane fa abbiamo scoperto che l’aumento delle pratiche dei richiedenti asilo, per i ricorsi al rigetto della domanda di asilo, ha esaurito nel novembre 2017 il budget disponibile per la difesa assistita con il patrocinio a spese dello stato.

Anche la LEGA chiede la riforma del gratuito patrocinio

Per questa ragione, dopo l’intervento del Movimento 5 Stelle, anche la Lega aveva chiesto di al Governo di intervenire per accelerare la definizione dei contenziosi aventi ad oggetto i ricorsi al giudice in caso di diniego della richiesta di asilo. Il boom di sbarchi ha infatti causato il moltplicarsi delle domande di ammissione ed i correlati ricorsi in avversione ai rigetti delle richieste di asilo. Con il crescere dei richiedenti è seguito l’intasamento del sistema, così manifestando la necessità di migliorare il procedimento.

GRATUITO PATROCINIO: L’AMMISSIONE DISPOSTA DAL GIUDICE E’ RETROATTIVA?

DA QUANDO VALE LA DOMANDA DI GRATUITO PATROCINIO SE VA RIPRESENTATA AL GIUDICE DOPO CHE IL COA LA HA RIGETTATA?

CASSAZIONE E GRATUITO PATROCINIO

CASSAZIONE E GRATUITO PATROCINIO

Nel processo civile, in caso di previo rigetto della domanda da parte del COA, ha effetto retroattivo la successiva ammissione al gratuito patrocinio pronunciata dal giudice a seguito di riproposizione dell’istanza avanti il magistrato del merito

In un recente provvedimento, la Corte di leggittimità ha finalmente fugato ogni dubbio: gli effetti della domanda di ammissione al beneficio di Stato nel processo civile vedono la decorrenza retroattiva al momento  dalla presentazione dell’istanza al consiglio dell’ordine.

Questo accade anche quando l’istanza medesima è accolta dal successivo giudice del merito perchè in origine la domanda era stata rigettata o dichiarata inammissibile dal consiglio dell’ordine degli avvocati competente a valutarla in via provvisoria.

OPPOSIZIONE A RIGETTO DOMANDA DI AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

COME FARE L’OPPOSIZIONE AL RIGETTO DELLA DOMANDA PER IL GRATUITO PATROCINIO?

Opposizione a rigetto gratuito patrocinio?

Opposizione a rigetto gratuito patrocinio?

Ecco un esempio su come presentare l’opposizione alla mancata ammissione al gratuito patrocinio penale. Il ricorso deve essere presentato al giudice del merito che deve disporre l’integrazione della documentazione prima di respingere la domanda.

Vediamo la recentissima sentenza della Cassazione Penale n. 10730/16

La Suprema Corte pronuncia con riferimento alla presentata opposizione al provvedimento di rigetto della richiesta di ammissione al patrocinio a spese dello Stato nel processo penale ai sensi e per gli effetti del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 99.

Il rigetto era stato fondato  sulla mancata produzione dei documenti confermanti  la sussistenza dei requisiti reddituali del richiedente l’ammissione.

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO: SERVE DEPOSITO ISTANZA PRIMA DI FINE LITE

QUANDO DEPOSITARE L’ISTANZA PER OTTENERE LA LIQUIDAZIONE IMMEDIATA DEL GRATUITO PATROCINIO?

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Come abbiamo già scritto qui, la recente riforma di cui all’art. 83, comma 3 bis, d.P.R. 115/2002 prevede la liquidazione del compenso per il difensore di parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato entro la chiusura della fase processuale alla quale detta parcella è inerente. Detta norma si applica anche ai processi in corso e quindi a tutte le liquidazioni successive al 22 gennaio 2016.

Per consentire la liquidazione della sua parcella, l’avvocato del gratuito patrocinio deve perciò depositare la richiesta di pagamento dei compensi prima della chiusura del giudizio.

Diversamente, il magistrato non avrà alcunché su cui provvedere e chiuderà il procedimento, o la sua fase, senza liquidare le competenze del gratuito patrocinio.

RICORSO CONTRO MANCATA AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

COME FARE RICORSO SE RIGETTANO L’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO?

ricorso contro diniego gratuito patrocinio

ricorso contro diniego gratuito patrocinio

La norma prevede che il parametro per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato sia il reddito del soggetto istante. Purtroppo, sovente, gli organi competenti a valutare la concessione del beneficio non utilizzano un criterio omogeneo e coerente alla detta disposizione talvolta causando il diniego all’istanza che chiede il beneficio di Stato.

In particolare si sono visti casi di rigetto della domanda in costanza di patrimoni utilizzati come parametro di riferimento in alternativa al dato reddituale.

Per reagire a questa scelta in contrasto alla legge si deve fare ricorso al magistrato competente per la causa di merito.

DECORRENZA EFFETTI DELL’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

DA QUANDO HAI L’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO?

decorrrenza_gratuito_patrocinio

Decorrrenza gratuito patrocinio

L’accesso alla difesa è condizione preliminare di ogni possibile richiesta di giustizia. Se non si ha una difesa, mai e poi mai si potrà avere giustizia. La questione è quindi da che momento si può avere un avvocato se non si hanno i mezzi per sostenerne il costo?

L’articolo 24 della Costituzione rende il diritto alla difesa effettivo stabilendo che “sono assicurati ai non abbienti con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione…”.

Era però rimasto aperto il problema del momento dal quale un non abbiente poteva chiedere ad un Avvocato di assisterlo, ovvero da quando decorrono temporalmente gli effetti dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato.

RICORSO PER CASSAZIONE CONTRO RIGETTO DELL’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

COME IMPUGNARE IN CASSAZIONE IL MANCATO ACCOGLIMENTO DELL’APPELLO CONTRO IL RIGETTO DELL’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO PATROCINIO

Chiedi il gratuito patrocinio.

Chiedi il gratuito patrocinio.

L’accesso alla difesa per i non abbienti è garantito in presenza delle condizioni soggettive ed oggettive.

Fra le condizioni soggettive la più sensibile per i cittadini è data dalla necessità di non superare il tetto reddituale determinato per legge (adeguato ogni due anni con riferimento alla variazione dell’indice ISTAT). Purtroppo, non sempre si riesce ad ottenere dagli organi competenti alla verifica della sussistenza dei requisiti reddituali una pronuncia conforme a quelli che si ritengono i diritti riconosciuti dall’ordinamento.

GRATUITO PATROCINIO: ECCO LA GUIDA BREVE CHE HA RESO PIU’ FACILE LA DIFESA

GRATUITO PATROCINIO CRESCIUTO IN 3 ANNI: ORA ARRIVA LA NUOVA EDIZIONE DELLA GUIDA

Guide Brevi al Gratuito Patrocinio

Guide Brevi al Gratuito Patrocinio

Per una giustizia giusta, il diritto alla difesa non può essere riservato ad una casta, ma è garantito a tutti: lo dicono la Costituzione Italiana, la Carta Costituzionale Europea e l’ordinamento di tutti i paesi occidentali.

Questo diritto all’accesso alla giustizia vale anche per Te, a prescindere da quale sia la Tua capacità  reddituale: per saperne di più ora puoi scaricare gratuitamente la nuova edizione del manuale che ha aiutato decine di migliaia di persone a conoscere e approcciare l’istituto del “Patrocinio a spese dello stato” previsto dal DPR 115/ 2002 in attuazione dell’art. 24 della Costituzione Italiana.

ISTANZA DIRETTA AL GIUDICE PER AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO CIVILE

COME FARE LA DOMANDA DI AMMISSIONE AL GIUDICE COMPETENTE DOPO IL DINIEGO DELL’ORDINE FORENSE? ECCO UN ESEMPIO!

Domanda di gratuito patrocinio

Domanda di gratuito patrocinio

Nelle procedure di ammissione al patrocinio a spese dello Stato per i processi civili è competente l’Ordine degli Avvocati del Foro dove si radicherà  il contenzioso.

Questi dovrà  valutare la sussistenza dei requisiti reddituali e la fondatezza della domanda o delle ragioni che portano a costituirsi nel giudizio.

Talvolta la domanda non viene accolta perchè l’organo che decide non ritiene sussistenti uno o più requisiti di legge. In tale frangente l’interessato può proporre la richiesta di ammissione al Giudice competente per il giudizio, che decide con decreto (salvo che per le magistrature superiori, dove si può anche fare riferimento per depositare l’istanza al Giudice che ha emesso il provvedimento).

REQUEST FOR THE ADMISSION TO PAUPER LEGAL AID OF THE STATE

REQUEST FOR LEGAL AID (ENGLISH VERSION)

ISTANZA PER AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO (VERSIONE INGLESE)

Gratuito patrocinio in Europa

Gratuito patrocinio in Europa

Spesso i richiedenti il gratuito patrocinio sono persone che provengono da altri paesi e faticano a comprendere il significato dei percorsi processuali della Repubblica Italiana. Per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno rendere disponibile anche un modello di domande di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato (Legal Aid) nella linuga che più è diffusa come mezzo di comunicazione del web e del mondo occidentale, ovvero l’inglese.

Di seguito trovate quindi il testo in inglese da copiare ed implementare con i dati personali al fine di poter presentare la domanda di ammissione.

Staff

Associazione Art. 24 Cost.

 

The Constitution of the Italian Republic Clause 24 says:

DOMANDA DI GRATUITO PATROCINIO: QUALI DOCUMENTI ALLEGARE?

COSA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO CIVILE?

QUI TROVI L’ELENCO DOCUMENTI CHE E’ OPPORTUNO ALLEGARE ALLA DOMANDA PER IL GRATUITO PATROCINIO CIVILE

Domanda di ammissione al gratuito patrocinio

Domanda di ammissione al gratuito patrocinio

 

MA PRIMA DI TUTTO: TI SEI CHIESTO QUALE FORMA DEVE AVERE LA DOMANDA DI AMMISSIONE?

La domanda può essere redatta in carta semplice senza uso bollo e senza marche.

1) La domanda deve essere depositata presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e spesso viene richiesto, a fini di praticità dell’esame, che essa venga redatta sull’apposito modulo fornito dal medesimo Consiglio dell’Ordine, compilato in ogni sua parte e recante la sottoscrizione del richiedente e l’autentica dell’Avvocato incaricato.
2) La domanda, unitamente ai relativi documenti allegati, viene richiesta in triplice copia, ma l’eventuale fotocopia può essere realizzata anche presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.
3) La data della domanda coincide sempre con quella del deposito presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.