custom-header
COSA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI GRATUITO PATROCINIO CIVILE?

QUALI DOCUMENTI PRESENTARE CON LA DOMANDA?

Ecco l’elenco dei documenti necessari per la domanda di ammissione al gratuito patrocinio civile

documenti per gratuito patrocinio

documenti per gratuito patrocinio

Molto spesso accade che la domanda di ammissione al gratuito patrocinio (rectius patrocinio a spese dello Stato) non venga approvata in via provvisoria dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati perchè non è completa della documentazione necessaria per dimostrare che si possiedono i requisiti per accedere al gratuito patrocinio. Risulta quindi interesse riepilogare i principali documenti che devono essere allegati all’istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato nel processo civile:




  1. documento d’identità o permesso di soggiorno in corso di validità, oppure documenti scaduti ed autocertificazione che i dati contenuti nel documento prodotto non hanno subito variazioni;
GRATUITO PATROCINIO CIVILE: I DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

GRATUITO PATROCINIO CIVILE: QUALI SONO I DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA DI AMMISSIONE?

Gratuito patrocinio civile: documenti da allegare

Gratuito patrocinio civile: documenti da allegare

La preparazione della domanda di gratuito patrocinio civile è il primo passo per preparare la propria difesa nel processo a cui si è citati o che si intende promuovere per tutelare le proprie ragioni.

Proprio per questo motivo è importante prepararla nel modo corretto ed allegarvi tutta la documentazione richiesta dalla vigente normativa.

Le domande che arrivano al blog, ma pure le precisazioni che necessitano i molti commenti agli articoli, sono l’occasione di fare un opportuno riepilogo di quanto deve essere predisposto ed compiegato all’Istanza che consente l’accesso al patrocinio a spese dello Stato.

CONTRIBUTO UNIFICATO E GRATUITO PATROCINIO

Gratuito patrocinio e imposte

Gratuito patrocinio

Il contributo unificato ha sostituito le marche da bollo sugli atti  processuali ed è dovuto per i procedimenti giudiziari previsti dalla legge (amministrativo, civile, penale) nonchè a tutti gli atti ad essi necessariamente connessi, con esclusione di quelli che, anche se espletati davanti ad un ufficio giudiziario, non sono correlati ad alcun procedimento e sono destinati a realizzare esigenze e finalità estranee all’attività processuale.

Atteso ciò, alla luce del quadro normativo ed interpretativo di seguito richiamato dal Ministero, e considerata la ratio che ispira le norme dettate in materia di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, l’ente dà interpretazione autentica e attesta che la documentazione necessaria per la predisposizione di un atto processuale – qual è la relazione del consulente tecnico di parte – rientra nella categoria degli atti funzionali al procedimento giudiziario e, pertanto, non da assoggettare a imposta di bollo ma a contributo unificato che, nell’ipotesi di gratuito patrocinio, va prenotato a debito.

PATROCINIO A SPESE DELLO STATO: MODULO ISTANZA DI AMMISSIONE

Facsimile aggiornato di istanza da depositare presso l’Ordine competente.

AVANTI IL CONSIGLIO DELL’ORDINE

DEGLI AVVOCATI DI VENEZIA


ISTANZA PER L’AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

NEI GIUDIZI CIVILI ED AMMINISTRATIVI

E NEGLI AFFARI DI VOLONTARIA GIURISDIZIONE

(artt. 74 e segg. D.P.R. 30.5.2002, n.115)

+

Lo/la scrivente __________________________

nato/a ______________________Prov. (Venezia) il ____________________.

residente _____________________ CAP, ¦Prov. ______________________.

Via ______________________ .tel. ____________________ cell. __________

C.F. _____________________ di nazionalità _________________________

premesso

1) che i componenti della propria famiglia, con i relativi codici fiscali, sono:

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

COME FARSI ASSISTERE NEL PROCESSO DALL’AVVOCATO NON AVENDONE I MEZZI?

Se sei stato chiamato in un  processo, o hai bisogno di fare causa per tutelare i tuoi diritti, la Tua difesa non trova ostacoli nelle Tue capacità reddituali e nei loro limiti. Il diritto alla difesa è assicurato anche a quelli che vengono definiti “NON ABBIENTI” e che in pratica sono coloro che non possono permettersi con il proprio reddito di pagare un avvocato per stare in causa (attenzione: stiamo parlando solo di cause e non di assistenza al di fuori della causa).

Il diritto alla difesa viene garantito in due documenti fondamentali: la Carta Costituzionale della Repubblica Italiana ed il Trattato per la Costituzione della Comunità Europea.

COSTITUZIONE ITALIANA

Art. 24.

Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.