custom-header
CHE COS’E’ IL GRATUITO PATROCINIO IN BREVE

IL GRATUITO PATROCINIO IN 6 DOMANDE

il gratuito patrocinio.

Il gratuito patrocinio.

Spesso il lettore ci chiede di spiegare cos’è  il patrocinio  a spese dello Stato, comunemente detto “Gratuito Patrocinio“, e le condizioni necessarie per esservi ammessi. Questo perchè l’istituto, anche se interessa una fascia importante della popolazione,  è poco conosciuto e le istituzioni non ne danno alcuna promozione.

Vogliamo quindi fornirti i dati fondamentali per  orientarti in materia, cosicchè da poter fare subito e serenamente le scelte fondamentali per la Tua difesa.

Clicca il video qui sotto o leggi le 6 risposte alle principali 6 domande per cominciare a comprendere il funzionamento dell’Istituto del gratuito patrocinio.



  • 1. Chi ha diritto al gratuito patrocinio?

Puoi accedere al gratuito patrocinio nel processo penale se sei un cittadino non abbiente, indagato, imputato, condannato, persona offesa dal reato, danneggiato che intenda costiuirsi parte civile, responsabile civile ovvero civilmente obbligato per la pena pecuniaria.

Puoi ottenere il gratuito patrocinio anche nel processo civile, amministrativo, contabile, tributario e negli affari di volontaria giurisdizione.

Per saperne di più scarica adesso la “Guida Breve all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO QUIhttp://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

Puoi essere ammesso al patrocinio a spese dello stato ( gratuito patrocinio) se sei hai  un reddito imponibile ai fini dell’imposta personale sul reddito, documentato nell’ultima dichiarazione, che non superi Euro 11.493,82 (dopo la riduzione del 18 gennaio 2018) al netto degli oneri deducibili. Ad esso vanno sommati anche i redditi non imponibili.

Se convivi con il coniuge, con familiari o con altre persone, il reddito di riferimento è dato  dalla somma di tutti i redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l’istante. In questo caso, ma nel solo gratuito patrocinio del processo penale, i limiti di reddito vengono aumentati di Euro 1.032,91 per ognuno dei conviventi.

Non si somma il reddito dei familiari a quello del richiedente il beneficio in tutti quei processi in cui gli interessi del richiedente hanno conflittualità  con quelli degli altri conviventi. In caso di separazione e/o divorzio vanno sommati anche i redditi dei figli conviventi.

Nella determinazione dei limiti di reddito si tiene conto anche dei redditi che sono esenti da irpef (esempio pensione invalidità, indennità accompagnamento, ecc.) o che sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, ovvero a imposta sostitutiva.

Per saperne di più scarica adesso la “Guida Breve all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO QUI: http://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

La domanda di ammissione al gratuito patrocinio può essere presentata in ogni stato e grado del procedimento.

La domanda può contenere la nomina di un difensore scelto tra gli iscritti in un apposito elenco di avvocati abilitati per il patrocinio a spese dello Stato: l’elenco viene tenuto presso ogni Corte d’Appello dall’Ordine Forense di riferimento.

Per saperne di più scarica adesso la “Guida Breve all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO QUI: http://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

  • 4. Cosa succede con l’ammissione al patrocinio?

Dopo l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato Tu avrai il patrocinio di un avvocato specializzato in assistenza e rappresentanza in quel processo per cui hai presentato  la richiesta gratuitamente: l’attività dell’avvocato sarà per Te gratuito perché verrà  pagato dallo Stato;

Non sarà perciò necessario pagare alcunché all’avvocato nominato, poiché verrà retribuito dallo Stato. L’avvocato che, nonostante la nomina col gratuito patrocinio percepisce compensi, commette grave illecito disciplinare.

Per saperne di più scarica adesso la “Guida Breve all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO QUIhttp://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

  • 5. Cosa devi fare dopo l’ammissione?

Se sei ammesso al patrocinio a spese dello Stato devi  ricordarti di comunicare ogni anno le variazioni del tuo reddito che siano rilevanti per il superamento dei limiti reddituali e che si siano verificate nel precedente anno fiscale: la comunicazione deve essere inviata entro trenta giorni dalla fine dell’anno e per ogni annualità di durata del processo.

Per saperne di più scarica adesso la “Guida Breve all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO QUI http://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

  • 6. Ci sono rischi?

Se commetti falsità o omissioni nell’autocertificazione devi sapere che queste costituiscono reato e la sanzione è rappresentata dalla  reclusione da 1 a 5 anni, oltre alla multa da Euro 309,00 a Euro 1.549,00.

La sanzione penale è aumentata se a seguito delle falsità  e delle omissioni avrai ottenuto o confermato l’accesso al beneficio del gratuito patrocinio.

***

La disciplina di legge  la puoi trovare nel D.P.R. 30 maggio 2002, n° 115  e, per approfondire, puoi scaricare GRATIS qui “GUIDA BREVE all’accesso al Gratuito Patrocinio” CLICCANDO SUL TITOLO OPPURE QUI SOTTO O SU QUESTO LINKhttp://avvocatogratis.com/2015/09/guida-breve-al-gratuito-patrocinio/

 *

Guida al Gratuito Patrocinio

Guida al Gratuito Patrocinio

David Del Santo

STAFF ART. 24 COST.

***

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su FACEBOOK!.

Art. 24 Cost. contribuisce dal 2010 a:

1. divulgare l’informazione sul patrocinio a spese dello Stato
2. divulgare informazioni di interesse generale in merito al diritto alla difesa
3. distribuire gratuitamente Guide e supporto per l’accesso al patrocinio a spese dello Stato.

Non aspettare per imparare come darti la migliore tutela: saperne di più vuol dire NON SBAGLIARE!

Ora, scarica qui di seguito le Guide Brevi predisposte dallo staff di Avvocatogratis.com e dall’associazione Art. 24 Cost. CLICCANDO QUESTO LINK ADESSO

oppure guardando subito la video intervista che trovi qui sotto.

ASSOCIAZIONE ART. 24 COST. PER LA TUTELA DEL DIRITTO DI DIFESA

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

6 Comments

  1. Salve, sono un cittadino italiano nato in Argentina, devo viaggiare in Italia per affrontare un processo di restituzione di un minore a favore mio, ma non ho i soldi per un avvocato; voi mi potete aiutare? Sono veramente disperato!
    Se mi lasciate un telefono io posso chiamare.

    Grazie mille.

    Carlos Bertola

  2. Per l’ammissione al gratuito patrocinio civile deve avere un un reddito inferiore a € 11.528,41 e può autocertificare il suo reddito (l’ISEE non serve a nulla).

    Per miglior dettaglio circa l’ammissione al gratuito patrocinio anche veda QUI http://www.avvocatogratis.com/guide-brevi/guida-al-gratuito-patrocinio/ Guida Pratica all’accesso al Gratuito patrocinio” “GUIDA BREVE ALL’ACCESSO AL GRATUITO PATROCINIO”.
    (Lo può scaricare on line in qualunque formato qui: http://www.smashwords.com/books/view/273075)

    Qui trova i redditi da computare nella determinazione del tettore reddituale per l’ammissione: http://www.avvocatogratis.com/2012/12/tabella-dei-redditi-da-computare-per-il-gratuito-patrocinio/

    Qui invece trova gli avvocati che hanno dato la loro disponibilità al sito e che siamo già riusciti a pubblicare: http://www.avvocatogratis.com/avvocato-gratuito-patrocinio/elenco-avvocati-abilitati-al-gratuito-patrocinio/

    Cordialità.
    Alessio
    Staff
    Associazione ART. 24 COST.
    GUIDA AL GRATUITO PATROCINIO: SCARICALA GRATIS IN E-BOOK
    Patrocinio a spese dello Stato: ecco gratis un PDF di 15 pagine sui segreti per avere l’ammissione al “gratuito patrocinio” e per scoprire una serie di utili
    http://www.avvocatogratis.com

  3. Buongiorno. Avrei bisogno di gratuito patrocinio (in ambito diritto tributario) per cui ho tutte le caratteristiche. Abito in provincia di Milano. Ho già fatto richiesta dalla pagina facebook, ma nessuno mi ha risposto…
    C’è qualcuno che possa aiutarmi?

    Grazie
    Sergio

  4. Salve Sergio,

    per l’ammissione al gratuito patrocinio civile deve avere un un reddito inferiore a € 11.528,41 e può autocertificare il suo reddito (l’ISEE non serve a nulla) computando ogni somma percepita a titolo di reddito o integrazione allo stesso: l’agenzia delle entrate spesso computa a tale titolo anche le “prestazioni sociali erogate per conto dei Comuni”.

    Per miglior dettaglio circa l’ammissione al gratuito patrocinio anche veda QUI http://www.avvocatogratis.com/guide-brevi/guida-al-gratuito-patrocinio/ Guida Pratica all’accesso al Gratuito patrocinio” “GUIDA BREVE ALL’ACCESSO AL GRATUITO PATROCINIO”.
    (Lo può scaricare on line in qualunque formato qui: http://www.smashwords.com/books/view/273075)

    Ad ogni buon conto, a titolo esemplificativo, fra i redditi da computare nella determinazione del tetto reddituale per l’ammissione si individuano le seguenti voci (http://www.avvocatogratis.com/2012/12/tabella-dei-redditi-da-computare-per-il-gratuito-patrocinio/) è ovviamente da computare anche il TFR come ogni altra retribuzione.

    Qui invece trova gli avvocati che hanno dato la loro disponibilità al sito e che siamo già riusciti a pubblicare: http://www.avvocatogratis.com/avvocato-gratuito-patrocinio/elenco-avvocati-abilitati-al-gratuito-patrocinio/

    Cordialità.
    Alessio
    Staff
    Associazione ART. 24 COST.
    GUIDA AL GRATUITO PATROCINIO: SCARICALA GRATIS IN E-BOOK
    Patrocinio a spese dello Stato: ecco gratis un PDF di 15 pagine sui segreti per avere l’ammissione al “gratuito patrocinio” e per scoprire una serie di utili
    http://www.avvocatogratis.com

  5. Buongiorno e complimenti per il vostro lavoro divulgativo!
    Provo a chiedere un parere per un’amica in difficolta
    .
    Ha richiesto gratuito patrocinio nel 2015 presentando dichiarazione 2015 dei redditi del 2014.
    Gratuito patrocinio concesso.
    Nel 2016 ha cominciato a lavorare, ma la dichiarazione 2016 (redditi 2015) era ancora molto bassa, non ha presentato aggiornamento per gratuito patrocinio.
    Nel 2016 (settembre) c’è stata l’udienza per il divorzio. L’avvocato dice di aver inoltrato richiesta di rimborso a Ottobre 2016. La sentenza e appunto di ottobre 2016. Al momento dell’udienza la Mia amica aveva lavorato per sei mesi nell’anno in corso era al momento disoccupata e i redditi del 2016 fino A quel momento erano entro i limiti, a Ottobre DOPO l’udienza ha Trovato lavoro e ha pure ricevuto una forte indennita di disoccupazione dall’inps.
    Nel 2018 il tribunale comunica il rifiuto del gratuito patrocinio.
    Citando le dichiarazioni del 2017 e del 2018 sostengono che non esistevano le condizioni per il gratuito patrocinio fin dall’inizio.
    Dopo aver letto art 76 e 79 (comma 1, paragrafo d), che parlano di “reddito imponibile risultante dall’ultima dichiarazione” e di “impegno a comunicare, fino a che il processo non sia definito le variazioni rilevanti del reddito verificatesi nell’anno precedente entro trenta giorni dalla scadenza del termine di un anno dalla data di presentazione dell’istanza”, a me sembra un grossolano errore e vorrei consigliarle di fare ricorso. Il suo avvocato non e d’accordo.
    Il Vostro parere?
    Grazie in anticipo

  6. Salve Vincenzo,
    per come rendiconta le attività svolte, pare che il patrocinio a spese dello stato dovesse essere liquidato nel 2016 per come risultante alla data della fine del processo. Se vi è un errore nel diniego di liquidazione favorevole, sarà opportuno impugnare la mancata liquidazione.

    Per dettaglio circa l’ammissione al gratuito patrocinio anche veda QUI http://www.avvocatogratis.com/guide-brevi/guida-al-gratuito-patrocinio/ Guida Pratica all’accesso al Gratuito patrocinio” “GUIDA BREVE ALL’ACCESSO AL GRATUITO PATROCINIO”.
    (Lo può scaricare on line in qualunque formato qui: http://www.smashwords.com/books/view/273075)

    Ad ogni buon conto, a titolo esemplificativo, fra i redditi da computare nella determinazione del tetto reddituale per l’ammissione si individuano le seguenti voci (http://www.avvocatogratis.com/2012/12/tabella-dei-redditi-da-computare-per-il-gratuito-patrocinio/) è ovviamente da computare anche il TFR come ogni altra retribuzione.

    Cordialità.
    Alessio
    Staff
    Associazione ART. 24 COST.
    GUIDA AL GRATUITO PATROCINIO: SCARICALA GRATIS IN E-BOOK
    Patrocinio a spese dello Stato: ecco gratis un PDF di 15 pagine sui segreti per avere l’ammissione al “gratuito patrocinio” e per scoprire una serie di utili
    http://www.avvocatogratis.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.