custom-header
NO ALLA MANCATA LIQUIDAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO PER RICHIESTA DISTRAZIONE

DISTRAZIONE DELLE SPESE? SEMPRE ACCOLTA LA  LIQUIDAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO

CONFERMATA LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

CONFERMATA LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Accolta la richiesta di liquidazione del gratuito patrocinio in opposizione al diniego originario motivato dalla presunzione di rinuncia.

Cosa era successo al momento della liquidazione?

Talvolta può capitare che, nella fase iniziale del procedimento, il procuratore – magari ancora non in patrocinio a spese dello Stato – abbia richiesto la distrazione delle spese quale procuratore antistatari.  Nel caso di specie, il giudice aveva dedotto una implicita rinuncia alla all’ammissione al patrocinio a spese dello Stato rintracciando nell’atto costitutivo la richiesta di distrazione del procuratore antistatatrio.

A sostegno della declaratoria di inammissibilità il Giudicante così motivava:

  • «Ritenuto che nel caso di specie vi sia stata implicita rinunzia all’ammissione al patrocinio a spese dello Stato in ragione della successiva richiesta di distrazione delle spese in favore del procuratore antistatario, Avv. Nastri;
LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO: ANCHE SE L’ISTANZA E’ TARDIVA

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA: COMPENSO DEL GRATUITO PATROCINIO VA LIQUIDATO ANCHE SE L’ISTANZA E’ TARDIVA

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Il compenso va liquidato anche se la domanda è depositata dopo la fine del giudizio.

Lo prevede l’ordinanza emessa dal Tribunale di Reggio Emilia il 6 dicembre 2017.

Secondo il tribunale reggiano l’artt. 83 comma 3bis DPR n. 115/2002 prevede la possibilità per il difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, di domandare la liquidazione della parcella al Giudice del procedimento, pur dopo la definizione dello stesso, perché non è prevista una decadenza per la parte od una preclusione per il Giudice (come diversamente accade per l’ausiliario del Giudice).

MA IL GRATUITO PATROCINIO PAGA ANCHE LE SPESE AVVERSARIE?

GRATUITO PATROCINIO: SE PERDI TI PAGA LE SPESE ALL’AVVERSARIO?

Rifusione spese avversarie con il gratuito patrocinio?

Rifusione spese avversarie con il gratuito patrocinio?

Una causa civile può concludersi con una decisione favorevole o meno a quanto richiesto da chi la ha iniziata. Pertanto, il giudice che scrive la sentenza decide anche se pronunciarsi a favore della rifusione delle spese a favore di chi ottiene la vittoria.

Nel nostro ordinamento è infatti principio generale, previsto all’art. 91 c.p.c., che il Giudice condanni al rimborso delle spese di lite a favore della parte vittoriosa quella rimasta perdente (genericamente indicato con la locuzione: “le spese seguono la soccombenza”): “Il giudice, con la sentenza che chiude il processo davanti a lui, condanna la parte soccombente al rimborso delle spese a favore dell’altra parte e ne liquida l’ammontare insieme con gli onorari di difesa“.

GRATUITO PATROCINIO, ATTIVITA’ STRAGIUDIZIALE ED ILLECITO DISCIPLINARE

GRATUITO PATROCINIO, COMPENSO DELL’AVVOCATO PER L’ATTIVITA’ STRAGIUDIZIALE E ILLECITO DISCIPLINARE

 

Liquidazione gratuito patrocinio per attività stragiudiziale dell'avvocato

Liquidazione gratuito patrocinio

Arriva la Cassazione civile, SS.UU., con la sentenza 19.04.2013 n° 9529 a precisare qualcosa che tutti conoscevamo già nel vecchio ed abrogato tariffario forense del 2004.

L’attività stragiudiziale che è preliminare all’inizio di un contenzioso processuale, che poi effettivamente ha inizio ed è assistito con il gratuito patrocinio, non può avere autonomia di parcellazione e deve essere considerata parte di quello che poi verrà liquidato in sede di compensi del gratuito patrocinio.
Detta attività verrà quindi ricompresa in quella complessivamente appartenente all’azione stessa ai fini della liquidazione del patrocinio a spese dello Stato; per l’effetto, l’avvocato non potrà chiederne il compenso direttamente al cliente ammesso al patrocinio gratuito, perchè sennò porrebbe in essere una condotta valutabile in sede disciplinare.

Questo in deroga al fatto che l’attività professionale extra-stragiudiziale svolta dall’avvocato non è ammessa, di regola, al patrocinio a spese dello Stato ai sensi dell’art. 85 del d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115.

GUIDA BREVE AL RECUPERO CREDITI CON DECRETO INGIUNTIVO E GRATUITO PATROCINIO

VUOI SAPERE DI PIU’ SU RECUPERO CREDITI E GRATUITO PATROCINIO: ECCO LA GUIDA BREVE AL DECRETO INGIUNTIVO

Scarica GRATIS l’E-BOOK dell’Associazione “ART. 24 Cost.“:

Guida Breve al procedimento speciale per il recupero del credito anche con il gratuito patrocinio

Guida al recupero crediti con decreto ingiuntivo

Guida Breve al Decreto Ingiuntivo per recupero crediti

Per una giustizia giusta, il diritto alla difesa deve garantire l’accesso a strumenti di tutela efficientii. Questo vale anche per la difesa dei diritti patrimoniali e per la tutela del credito.

Del resto, mai come in questo momento ve ne è stato bisogno: infatti, tutti sappiamo che la crisi economica erode sempre di più la liquidità a disposizione degli italiani e la conseguenza diretta è l’aumento epidemico dell’insolvenza, sia fra imprenditori che fra semplici privati cittadini. Dalle difficoltà di tutti i giorni nasce così l’esigenza di informarsi e scoprire come fare, di conoscere quali sono gli strumenti per darsi tutela e quali sono i problemi e i costi ai quali si va incontro.

GUIDA BREVE ALLA MEDIAZIONE

UNA GIUSTIZIA IN RITARDO E’ UNA GIUSTIZIA NEGATA

MA ORA C’E’ LA MEDIAZIONE!

SCARICA QUI IL MANUALE

ALL’AVVIO DELLA MEDIAZIONE

Scarica QUI l’e-Book Gratuito:

“Guida Breve alla Mediazione con il Gratuito Patrocinio”

Guida Breve alla Mediazione

Guida Breve alla Mediazione

Come sai, la Giustizia in Italia è in affanno. Conseguenza ne è che i tempi necessari ad ottenere un provvedimento che decida una controversia sono sproporzionati rispetto alla normale vita delle persone.

A chi di noi non è già capitato di attendere una sentenza per anni per poi vedere che, quando arriva, è già stata resa superata ed inutile dal tempo trascorso, anche se resta sempre costosissima. Oppure  sarà magari accaduto di rinunciare alla ricerca di una soluzione ad una controversia proprio per non trovarsi in balia di giudici e tribunali.

GRATUITO PATROCINIO: VINCERE UNA CAUSA CON LA COMUNICAZIONE GIUSTA

Anche nelle cause con il gratuito patrocinio bisogna ricordare che l’obiettivo è VINCERE.

Chi ha diritto di essere ammesso al patrocinio a spese dello stato può vincere la causa anche se il suo avvocato non lo paga lui.

E oggi per vincere bisogna essere competitivi, ovvero dobbiamo essere più evoluti del nostro avversario.

Si è vero, pure nel mondo del processo con il patrocinio dello stato (avvocato gratis) bisogna pensare che c’è un avversario da battere. Solo pensando a essere più forte degli altri puoi garantirti più probabilità di successo

Per questo motivo, e poiché la nostra vittoria e la sconfitta della nostra controparte vengono decise da un terzo, ovvero dal Giudice, conta chi riesce più degli altri a influenzarlo, non si può credere che l’esser stati ammessi al patrocinio gratuito (avvocato gratis) ci dia un vantaggio.