GRATUITO PATROCINIO ANCHE PER LA VENDITA GIUDIZIARIA DEI BENI PIGNORATI

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

STOP PIGNORAMENTI BLOCCATI: IL GRATUITO PATROCINIO VIENE ESTESO PER PRENOTARE A DEBITO IL COMPENSO DELL’INCARICATO ALLA VENDITA GIUDIZIARIA

TUTELA ALLE VENDITE CON IL GRATUITO PATROCINIO

TUTELA ALLE VENDITE CON IL GRATUITO PATROCINIO

Arriva una proposta di legge per evitare che le spese di vendita del pignoramento blocchino le vendite con il gratuito patrocinio.

Chiunque abbia tentato un recupero crediti con il gratuito patrocinio sa, infatti, che esiste un buco nella norma: le spese di vendita del bene pignorato, a volte ingenti, restano oggi a carico del creditore non abbiente. Purtroppo, tali spese sono spesso ingenti e non rendono più fruibile la procedura che si blocca per incapacità economica del creditore, con ogni caducazione della liquidazione dei compensi dell’avvocato.

ANCHE LA CAMERA DICE BASTA ALLE DIFFERENZE NEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

BASTA LIQUIDAZIONI AL RIBASSO NEL GRATUITO PATROCINIO

BASTA DIFFERENZE NEL GRATUITO PATROCINIO

BASTA DIFFERENZE NEL GRATUITO PATROCINIO

Arriva anche alla Camera dei Deputati – in DDL 4089 – la proposta OUA di dare la miglior liquidazione al patrocinio a spese dello Stato. In particolare si dispone che il compenso e le spese spettanti al difensore sono liquidati dall’autorità giudiziaria con decreto di pagamento, osservando la tariffa professionale vigente e tenendo conto

  • delle caratteristiche dell’attività prestata,
  • dell’urgenza dell’attività prestata
  • del pregio dell’attività prestata,
  • dell’importanza dell’affare,
  • della natura dell’affare,
  • della difficoltà dell’affare,
  • e del valore dell’affare,
  • delle condizioni soggettive del cliente,
  • dei risultati conseguiti,
  • del numero e della complessità delle questioni giuridiche e di fatto trattate.

DDL 2520: COME ELIMINARE LE DIFFERENZE FRA CIVILE E PENALE NEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

BASTA RIDUZIONI ESAGERATE NEL GRATUITO PATROCINIO CIVILE

BASTA DIFFERENZE NEL GRATUITO PATROCINIO

BASTA DIFFERENZE NEL GRATUITO PATROCINIO

Arriva la proposta di legge, frutto di un’elaborazione dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura,  che chiede la parificazione del gratuito patrocinio civile a quello penale. Basta riduzioni al 50% dei compensi per l’uno ed al 30% per l’altro.

Dopo il recente inserimento della riduzione delle liquidazioni nella disciplina del patrocinio a spese dello stato nel processo penale è da ritenersi riaperta la questione di disparità di trattamento delle due norme riguardanti le liquidazioni civili e penali — articolo 106-bis e articolo 130 del dpr 115/2002 — , con l’ovvia alterazione di quell’equilibrio di interessi di natura pubblicistica invocato dalla Consulta nel 2012 (ordinanza n. 270) per giustificare la riduzione in allora prevista per le sole liquidazioni civili.

AGENZIA DELLE ENTRATE BLOCCA COMPENSAZIONE GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

SI COMPENSANO I DECRETI DI PAGAMENTO O I MANDATI DI PAGAMENTO?

SI COMPENSANO I DECRETI DI PAGAMENTO O I MANDATI DI PAGAMENTO?

SI COMPENSANO I DECRETI DI PAGAMENTO O I MANDATI DI PAGAMENTO?

L’art. 3 comma II del DM 15.07.2016 per la compensazione dei crediti del gratuito patrocinio prevede che possono essere compensati i compensi liquidati dall’autorità giudiziaria con decreto di pagamento a norma dell’art. 82 del testo unico.

Orbene, per quanto l’espressione “decreto di pagamento” sia magari somigliante al mandato di pagamento necessario per l’incasso delle somme liquidate, si capisce che essa non lo può essere quando ci si riferisce nella norma dell’art. 3 a quanto liquidato ex art. 82 del DPR 115/2002.

In effetti, il disposto dell’art. 82 prevede al comma I che:

AL CONGRESSO FORENSE SI CHIEDE DI AUMENTARE IL BUDGET PER LA COMPENSAZIONE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

GRATUITO PATROCINIO: I DELEGATI CONGRESSUALI CHIEDONO DI AMPLIARE LA COMPENSAZIONE

Congresso Forense

Congresso Forense

Già pronta una mozione per chiedere l’ampliamento del budget previsto per la compensazione del gratuito patrocinio che è stato previsto nella legge di stabilità 2016.

Al Congresso Nazionale Forense verrà portata una richiesta per il sostegno di tutta l’avvocatura all’estensione dell’attuale stanziamento che permette di compensare i crediti da gratuito patrocinio con le imposte ed i contributi dal medesimo avvocato.

Riportiamo di seguito l’anteprima della mozione in corso di presentazione al XXXIII Congresso Nazionale Forense di Rimini il prossimo 8 ottobre 2016.

David Del Santo

 

XXXIII Congresso Nazionale Forense

Rimini, lì 6, 7 e 8 ottobre 2016

GIUSTIZIA SENZA PROCESSO

 

CASSAZIONE: SI DEVONO TOGLIERE GLI ONERI DEDUCIBILI DAL REDDITO DEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

OUA E CONGRESSO AVEVANO RAGIONE: VANNO TOLTI GLI ONERI DEDUCIBILI DAL REDDITO DEL GRATUITO PATROCINIO E COSI’ AUMENTA IL NUMERO DEGLI AVENTI DIRITTO

Corte di cassazione, sentenza 17 agosto 2016, n. 34935.

Oneri deducibili via da reddito del gratuito patrocinio

Oneri deducibili via da reddito del gratuito patrocinio

La Suprema Corte affronta la tematica dell’esatta determinazione del limite del reddito per accedere al patrocinio a spese dello Stato precisando finalmente che esso deve computarsi al netto degli oneri deducibili ma non degli oneri detraibili.

Si viene così incontro per via giurisprudenziale a quanto chiesto dall’avvocatura nel corso dello scorso congresso forense a Venezia ed OUA in merito alla necessità di precisazione delle modalità di omogenea determinazione del reddito da impiegare nella determinazione della soglia di accesso alla difesa dei non abbienti.

IN GAZZETTA IL DM 15.07.2016 PER LA COMPENSAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

ECCO IL DM 15.07.2016 PER LA COMPENSAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO

compensazione gratuito patrocinio

compensazione gratuito patrocinio

Arriva in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale per consentire la compensazione dei debiti fiscali dell’avvocato con i crediti per spese, diritti e onorari,  spettanti ai medesimi avvocati che hanno assistito clienti in regime di patrocinio a spese dello Stato.

Ricordiamo che il DM segue a quanto approvato in legge di Stabilità 2016 a seguito di un lavoro dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura iniziato con il Congresso Nazionale Forense di Venezia l’11.10.2014 ove venne approvata una mozione scritta da un avvocato che lavora anche per l’associazione Art. 24 Cost.: Alberto Vigani.

Per consentire a tutti gli interessati interessati di poterne fruire, riportiamo di seguito il testo integrale del Dm pubblicato in Gazzetta il 27 luglio 2016.

COMPENSAZIONE DEI CREDITI DA GRATUITO PATROCINIO? ORA SI PUO’!

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI CREDITI DA GRATUITO PATROCINIO CON LE TASSE DELL’AVVOCATO

COMPENSAZIONE GRATUITO PATROCINIO

COMPENSAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Ogni Avvocato sa che per garantire una difesa servono le risorse per sostenerla.
Per quasi 15 anni, dalla promulgazione del DPR 115/2002 che ha ridisciplinato la difesa dei non abbienti prevista dall’art. 24 della Costituzione, l’avvocatura ha faticato a garantire assistenza dei più deboli perchè i pagamenti dei processi sostenuti arrivavano ad anni di distanza dalla loro fine.

FERMATE LO STRAPOTERE DELLE LOBBIES CONTRO IL RUOLO DELLA DIFESA

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

 

TUTELA VERA DEI COMPENSI PROFESSIONALI CONTRO GLI ACCORDI MANIFESTAMENTE SPROPORZIONATI

NO AL PRELIEVO DI PARTE DELLE COMPETENZE IN VITTORIA

 

Gratuito patrocinio: compensi liquidati come da DM

Gratuito patrocinio: compensi liquidati come da DM

MOZIONE ASSEMBLEA OUA 18 dicembre 2015 : PROPOSTA DI MODIFICA DELL’ART. 2233 C.C.

La tutela dei compensi dei professionisti, con la previsione di un limite di sproporzionatezza che non può essere infranto, è un argine importante anche per dare protezione alla riformulazione dei parametri per la liquidazione delle dei compensi delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico. Impedire la corsa al ribasso in sede di quantificazione giudiziale diventa infatti il miglior modo per dare verifica in aumento del valore delle singole fasi lavorative dei professionisti e così condizionare in aumento l’odierna previsione in decreto ministeriale. Questo poi servirà anche a tutelare la base di computo delle competenze del patrocinio a spese dello Stato, che sul DM appunto si fondano.

ARRIVA LA LIQUIDAZIONE IMMEDIATA DEL GRATUITO PATROCINIO: COME FARE?

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

QUANDO NON SI PUO PIU’ PRESENTARE L’ISTANZA DI LIQUIDAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO?

Liquidazione Gratuito Patrocinio

Liquidazione Gratuito Patrocinio

Il Tribunale di Verona, con decreto dell’8 aprile 2016, a firma del dott. Relatore Vaccari,  pronuncia in merito alle prime applicazioni della recente riforma di cui all’art. 83, comma 3 bis, d.P.R. 115/2002 che prevede la liquidazione del compenso per il difensore di parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato entro la chiusura della fase processuale  alla quale detta parcella è inerente.

RICORSO CONTRO MANCATA AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

COME FARE RICORSO SE RIGETTANO L’AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO?

ricorso contro diniego gratuito patrocinio

ricorso contro diniego gratuito patrocinio

La norma prevede che il parametro per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato sia il reddito del soggetto istante. Purtroppo, sovente, gli organi competenti a valutare la concessione del beneficio non utilizzano un criterio omogeneo e coerente alla detta disposizione talvolta causando il diniego all’istanza che chiede il beneficio di Stato.

In particolare si sono visti casi di rigetto della domanda in costanza di patrimoni utilizzati come parametro di riferimento in alternativa al dato reddituale.

Per reagire a questa scelta in contrasto alla legge si deve fare ricorso al magistrato competente per la causa di merito.

GRATUITO PATROCINIO: EMENDAMENTO DDL CONCORRENZA PER RECUPERO CREDITI PROFESSIONISTI

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

IL DDL ANTICRISI X AVVOCATI E PROFESSIONISTI DIVENTA EMENDAMENTO ALLA LEGGE DI STABILITA’
PROPOSTO IL RECUPERO CREDITI DEI PROFESSIONISTI CON ESENZIONI DA GRATUITO PATROCINIO

Recupero crediti professionisti

Recupero crediti professionisti

Alcune settimane fa abbiamo scritto di un progetto dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura che propone un aiuto per superare la crisi del settore dei lavoratori del mondo professionale, fra cui gli Avvocati, estendendo al recupero credito dei professionisti le esenzioni di contributo unificato e bolli del gratuito patrocinio.

L’iniziativa OUA è ora già in DDL abbinato alla riforma Berruti: AC 2921 (art. 15). Presso la Camera dei Deputati è quindi pronta una proposta di legge a iniziativa 5Stelle (Andrea Colletti) che potrebbe azzerare in pochi mesi i costi del recupero crediti di tutti i professionisti.