custom-header
CODICE ETICO DELL’AVVOCATURA

MA GLI AVVOCATI HANNO UN’ANIMA?

Gli avvocati sotto hanno un'anima?

Gli avvocati sotto hanno un’anima?

Sovente troviamo scritto nelle mail e nei commenti dei lettori che il rapporto con il legale li ha lasciati con qualche dubbio e che, a loro dire, non sempre vi è stata un’intesa etica.

Per questa ragione, e per fugare molte delle incomprensioni che nascono dal non conoscersi, pubblichiamo quella che riteniamo la coscienza collettiva del mondo dell’avvocatura: ecco il testo integrale del Codice deontologico forense così come modificato dal Consiglio Nazionale Forense con la delibera 16 dicembre 2011.

Il codice deontologico è per l’avvocatura l’equivalente dei 10 comandamenti per la religione cristiana. Quallo che contrasta i 60 canoni etici qui riportati è sbagliato. Le condotte che invece sono ad essi conformi vanno ritenute lecite.

PATROCINIO A SPESE DELLO STATO E SCELTA VINCOLATA DELL’AVVOCATO

PATROCINIO A SPESE DELLO STATO: “E’ SINDACABILE DAL GIUDICE LA SCELTA DEL DIFENSORE”

Patrocinio a spese dello Stato

Patrocinio a spese dello Stato

La cassazione muta il proprio orientamento giurisprudenziale non lasciando più precluso al magistrato procedente il sindacare la nomina del difensore scelto dal soggetto richiedente l’ammissione.

GRATUITO PATROCINIO: GUIDA AL LICENZIAMENTO ED ALL’IMPUGNAZIONE

IL LICENZIAMENTO NON CONFORME ALLA LEGGE E’ ILLEGITTIMO

SCARICA IL MANUALE

PER CONOSCERE TUTTO SUL LICENZIAMENTO

E SU COME AFFRONTARLO CON IL GRATUITO PATROCINIO

Scarica l’e-Book Gratuito:

“Guida Breve al Licenziamento ed all’impugnativa con il Gratuito Patrocinio”


Guida al licenziamento

Guida al licenziamento

– Sei un lavoratore dipendente, in azienda tira aria di licenziamento e non sai cosa fare?

– La crisi peggiora e Ti sei chiesto dove trovare qualcosa di utile in materia di licenziamento e gratuito patrocinio?

Ora puoi scaricare il nostro nuovo ebookGuida Breve al Licenziamento con il Patrocinio a spese dello Stato” (gratuitamente e con facoltà di distribuirlo) o semplicemente visionarlo a video.

QUANDO NON PUOI AVERE IL GRATUITO PATROCINIO?

PERCHE’ A VOLTE NON PUOI AVERE IL GRATUITO PATROCINIO?

Gratuito patrocinio non approvato

Gratuito patrocinio non approvato

Talvolta, nonostante l’esistenza dei prescritti requisiti reddituali (imponibie inferiore a euro 10.628,16), non riesci ad avere l’ammissione al gratuito patrocinio? A volte vi è la commissione di un errore da parte dell’Autorità competente mentre altre vi sono degli ostacoli insormontabili. Ovvero l’esistenza di fattispecie normative che sono di impedimento all’immissione.

E’ perciò importante conoscere le legittime ipotesi di esclusione che non sono ricorribili (ovvero che non si possono impugnare). Vediamole assieme.

Esaminiamo quindi  i legittimi casi di esclusione dal patrocinio a spese dello Stato (sia previsti espressamente dalla legge che ricorrenti nella prassi).

Innazitutto precisiamo che il patrocinio a spese dello Stato non può essere richiesto in casi in cui mancano alcune delle richieste condizioni oggettive o soggettive, ovvero CONDIZIONI RELATIVE:

PERCHE’ TI SERVE IL GRATUITO PATROCINIO SE IL CONIUGE NON TI PAGA IL MANTENIMENTO

TI STAI SEPARANDO, O LO HAI GIA’ FATTO, MA NON TI VIENE PAGATO L’ASSEGNO?

Vediamo assieme cosa fare!

Assegno mensile

Assegno mensile

Se Ti hanno riconosciuto l’assegno di mantenimento o l’assegno per gli alimenti, ma il coniuge non te li paga, allora è il momento di leggere questo articolo.

Qui troverai cosa devi fare, sia per ottenere gli arretrati e, più importante ancora, per far sì che questo NON SI RIPETA ANCORA.

Se il tuo reddito personale è inferiore a € 10.776,33, e non convivi con altre persone con proprio reddito che sommato al tuo superi la soglia predetta, puoi avere l’ammissione al patrocinio a spese dello stato e obbligare l’ex coniuge a pagarti imemdiatamente. Come fare?

Rivolgiti subito ad un avvocato abilitato e

QUANDO UN AVVOCATO PUO’ FARE GRATUITO PATROCINIO?

COSA DEVE FARE UN AVVOCATO PER ASSISTERE IN GRATUITO PATROCINIO?

COSA DEVE FARE UN AVVOCATO PER ASSISTERE IN GRATUITO PATROCINIO?

QUANDO UN AVVOCATO PUO’ ASSISTERE IN GRATUITO PATROCINIO?

La domanda sembra scontata ma, visti i casi che spesso vengono prospettati da molti di Voi che leggete e i relativi commenti, ci pare opportuno spendere un post per fare un pò di chiarezza sui requisiti necessari per l’avvocato, su quando nominarlo, dove e su cosa gli viene pagato.

Vediamo assieme i singoli passaggi.

L’art. 80 del DPR 115/202 stabilisce che il soggetto ammesso al patrocinio a spese dello stato può farsi assistere da un avvocato iscritto in apposito elenco istituito presso i Consigli dell’Ordine del Distretto di Corte d’Appello dove ha sede il Giudice competente a conoscere del merito della causa o il Magistrato davanti al quale pende il processo.

MANUALE SUL GRATUITO PATROCINIO

TUTTI HANNO DIRITTO ALLA DIFESA

ECCO LA GUIDA BREVE

Manuale Guida Breve al Gratuito Patrocinio

Guida E - Book al gratuito patrocinio

Nei momenti più critici si ha la necessità di munirsi di una difesa processuale e ci si trova a chiedersi come fare quando non si hanno redditi sufficienti a reggerne il peso. Per questo motivo, i clienti vogliono sapere dal loro avvocato cosa possono fare.

In tali momenti è importante sapere che c’è il gratuito patrocinio, ovvero il patrocinio a spese dello Stato, di quali siano i requisiti richiesti dalla legge per poterne beneficiare e le modalità per ottenerlo.

Per questa ragione ho voluto offrire gratis, “in pillole”, quello che si deve sapere riportando le risposte alle domande più ricorrenti dei clienti.

CRISI ECONOMICA E RECUPERO CREDITI DA LAVORO

BUSTE PAGA, TFR, TREDICESIMA …. VE LE PAGANO??

Crisi economica e crediti da lavoro

Crisi economica e recupero dei crediti da lavoro

Tutti parlano della crisi economica e la crisi se ne frega, peggiorando senza fermarsi. Ogni giorno che passa sempre più lavoratori vedono i loro datori sentire l’affanno e ritardare i pagamenti di retribuzioni e tredicesime.

  • Anzi, gli insoluti nelle buste paga risultano in aumento proprio con l’approssimarsi delle festività .

Per chi ha un reddito da lavoro dipendente non si può però scherzare. La capacità  di spesa di una famiglia è infatti limitata e non si riesce ad attendere mesi prima di incassare i propri soldi come, del resto, non si hanno le risorse per avvalersi di avvocati, magari molto bravi ma costosi, per recuperare subito il frutto del proprio lavoro.

GRATUITO PATROCINIO: DEFINIZIONE DI REDDITO IMPONIBILE

QUAL E’ IL REDDITO PER VERIFICARE SE SUSSISTONO I REQUISITI DEL GRATUITO PATROCINIO?

L’ammissione al  gratuito patrocinio ha come presupposto il rispetto dei requisiti reddituali con cui si riserva il beneficio solamente ai non abbienti.

La Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate di Roma precisa la definizione di reddito imponibile da utilizzare per determinare il rispetto dei limiti di legge  che consentono l’accesso al patrocinio a spese dello stato.

Vediamola assieme.

RISOLUZIONE N. 15/E

AGENZIA DELE ENTRATE

Roma, 21 gennaio 2008

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

OGGETTO: Gratuito patrocinio – definizione di reddito imponibile ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. n. 115 del 2002.

ESPOSIZIONE DEL QUESITO

Reddito imponibile e gratuito patrocinio

Reddito imponibile e gratuito patrocinio

CINQUE REGOLE PER VINCERE UNA CAUSA

Un atto è vincente se segue la traiettoria giusta per colpire il bersaglio.

Ricorda quindi che, anche nel gratuito patrocinio, il tuo avvocato deve essere un buon comunicatore perché deve far preferire il tuo messaggio a quello degli altri!

Non ci sono ricette infallibili ma ricordati che esistono passaggi obbligati per non incorrere in errori irreparabili. E questo vale sempre, in qualunque processo, con o senza patrocinio a spese dello stato.

Questo è un piccolo promemoria di cinque punti fondamentali. Ecco i cinque passaggi necessari ad un atto vincente.

Per poter verificare assieme al Tuo avvocato che gli atti siano ottimizzati alla vittoria della causa, Te li riportiamo qui sotto.

1) Scegli un titolo che attiri l’attenzione su ogni paragrafo!

GRATUITO PATROCINIO E TUTELA DELLE FASCE DEBOLI: IL PERCHE’ DI UNA CONTRADDIZIONE DI STATO.
GRATUITO PATROCINIO o forse indifferenza di stato

GRATUITO PATROCINIO o forse indifferenza di stato

A volte si parla di regia occulta, altre di semplice indifferenza ai più deboli.

L’istituto del gratuito patrocinio è stato sinora scarsamente promosso dallo Stato, che spesso lo ha reso di difficile attuazione e divulgazione, tanto da essere utilizzato da una percentuale inverosimilmente bassa di quei cittadini possedevena i requisiti di ammissibilità.
Eppure il richiamo nelle carte costituzionali italiana ed europea sono la prova che il gratuito patrocinio costituisce, invero, il primo strumento processuale attraverso cui una società  che voglia definirsi “civile”, può davvero garantire il controllo di legalità  e il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge.




AVVOCATO GRATUITO A SPESE DELLO STATO

COME SI FA AD AFFRONTARE UNA CAUSA CIVILE O PENALE NON AVENDO LA POSSIBILITA’ DI PAGARSI L’AVVOCATO?

Il gratuito patrocinio e’ un beneficio previsto dalla Costituzione  della Repubblica Italiana all’art. 24.

Art. 24.

Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento. Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione. La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.

Esso consiste nel consentire l’accesso all’assistenza legale gratuita, sia per promuovere un giudizio che per difendersi davanti al giudice, a tutti coloro che non sono in grado di sostenere le correlate spese legali.