custom-header
GUIDA BREVE AL GRATUITO PATROCINIO: EDIZIONE AGGIORNATA

LA DIFESA E’ UN DIRITTO GARANTITO A TUTTI

SCARICA IL MANUALE PER ESERCITARE IL TUO DIRITTO ALLA DIFESA

Scarica ora l’aggiornamento dell’e-Book Gratuito: “Guida per l’Accesso al Gratuito Patrocinio”

Manuale Guida Breve al Gratuito Patrocinio

Guida E - Book al Gratuito Patrocinio

  • Hai trovato oggi questo blog e vuoi averne velocemente un sunto?
  • Forse ci leggi da più tempo, magari hai già scaricato la prima edizione della Guida Breve, ma ora ti serve ritrovare tutto ciò che abbiamo descritto sin dai primi (e più importanti) articoli dedicati al Patrocinio a spese dello Stato?

Oggi puoi scaricare la seconda edizione del nostro ebook sul “Patrocinio a spese dello Stato” ( e il download è gratuito  e con facoltà di distribuire a Tua volta il manuale) o semplicemente visionarlo a video. La prima edizione è già stata scaricata in migliaia e migliaia di copie (a oggi, oltre 12.000), oltre che distribuita da Ordini Forensi ed importanti blog nonchè siti giuridici di livello nazionale (fra tutti, Iusreporter) dimostrando l’attualità dell’argomento.

INFORMATIVA PER LA MEDIAZIONE OBBLIGATORIA

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA: SI AVVALE DEL GRATUITO PATROCINIO?

Gratuito Patrocinio

Gratuito Patrocinio nella mediazione

Nella Gazzetta Ufficiale del 5 marzo u.s. è stato pubblicato il decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 (“d.lgs. n. 28/2010”) di «attuazione dell’articolo 60 della legge 18 giugno 2009, n. 69, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali». Il decreto è entrato in vigore il 20 marzo 2010.

All’art. 4, comma 3°, del Dlgs 28/2010, viene previsto che:

All’atto del conferimento dell’incarico, l’avvocato e’ tenuto a informare l’assistito della possibilità di avvalersi del procedimento di mediazione disciplinato dal presente decreto e delle agevolazioni fiscali (cliccando QUI trovi la Guida Breve alla Mediazione Civile).

L’avvocato informa altresì l’assistito dei casi in cui l’esperimento del procedimento di mediazione e’ condizione di procedibilità della domanda giudiziale.

GRATUITO PATROCINIO, REDDITO E ASSEGNO DI MANTENIMENTO: COSA FARE?

DOPO IL DIVORZIO, O LA SEPARAZIONE DEI CONIUGI , COME CALCOLO IL MIO REDDITO?

Busta paga

Quale reddito?

Ogni qual volta parliamo di gratuito patrocinio ci troviamo anche ad affrontare la questione della determinazione del reddito, e spesso ciò avviene in riferimento alla situazione generatasi dopo la separazione od il divorzio. Questo perchè, come abbiamo già  detto qui, il requisito fondamentale è il rispetto dei parametri reddituali.

Perciè, anche se è un aspetto che pochi considerano da subito, bisogna sempre capire cosa si deve computare nella quantificazione del proprio reddito: Tu allora mi chiederai: ma …

  • l’assegno che incasso o pago a seguito del divorzio o della separazione, lo devo tenere in conto?
COME TROVARE UN AVVOCATO PER IL GRATUITO PATROCINIO

TI SERVE UN AVVOCATO ABILITATO AL GRATUITO PATROCINIO?

Trovare un avvocato??

Trovare un avvocato??

Il DPR 115/2002 statuisce che, per assistere un cliente a mezzo del gratuito patrocinio, un avvocato deve essere iscritto negli appositi elenchi  (attestanti l’apposita abilitazione) predisposti dai Consigli dell’ordine degli Avvocati previa verifica dell’esistenza di tutti i requisiti soggettivi come abbiamo scritto in questo post.

Lo prevede l’art. 80 del Testo Unico sulle spese di Giustizia al suo primo comma:

Articolo 80 – Nomina del difensore.

1. Chi è ammesso al patrocinio può nominare un difensore scelto tra gli iscritti negli elenchi degli avvocati per il patrocinio a spese dello Stato, istituiti presso i consigli dell’ordine del distretto di corte di appello nel quale ha sede il magistrato competente a conoscere del merito o il magistrato davanti al quale pende il processo.

RECUPERO CREDITI DA LAVORO: RETRIBUZIONE E TFR

VI HANNO DETTO CHE LA BUSTA PAGA VE LA DANNO IL MESE PROSSIMO?

E’ SUCCESSO ANCHE IL MESE SCORSO?

Voi, allora, avete un problema!

Busta paga

Busta paga

A fine anno, lo stato di difficoltà  delle aziende sta conducendo  operai ed impiegati verso  un orizzonte di incertezza e di rischio. Si, anche i lavoratori rischiano.

  • Cosa succederà  se il datore di lavoro non ce la farà  e verrà  travolto dalla crisi e dai debiti?
  • Pagherà  i crediti da lavoro prima dei debiti che garantisce personalmente con la propria casa?
  • Come farà  allora questo dipendente, che non è stato pagato per più retribuzioni mensili e che avanza anche il TFR e le altre competenze di fine rapporto?
GRATUITO PATROCINIO: DEFINIZIONE DI REDDITO IMPONIBILE

QUAL E’ IL REDDITO PER VERIFICARE SE SUSSISTONO I REQUISITI DEL GRATUITO PATROCINIO?

L’ammissione al  gratuito patrocinio ha come presupposto il rispetto dei requisiti reddituali con cui si riserva il beneficio solamente ai non abbienti.

La Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate di Roma precisa la definizione di reddito imponibile da utilizzare per determinare il rispetto dei limiti di legge  che consentono l’accesso al patrocinio a spese dello stato.

Vediamola assieme.

RISOLUZIONE N. 15/E

AGENZIA DELE ENTRATE

Roma, 21 gennaio 2008

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

OGGETTO: Gratuito patrocinio – definizione di reddito imponibile ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. n. 115 del 2002.

ESPOSIZIONE DEL QUESITO

Reddito imponibile e gratuito patrocinio

Reddito imponibile e gratuito patrocinio

SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI SENZA SOLDI. COME FARE?

GESTIRE DA SOLI UNA SEPARAZIONE PUO’ ESSERE PERICOLOSO. MA COME FARE QUANDO SI E’ SENZA SOLDI??

Separazione e Divorzio

Separazione e Divorzio

Una separazione dei coniugi può essere raggiunta con l’accordo dei coniugi oppure anche quando i due non sono d’accordo. In questo secondo caso si dice giudiziale ed è necessario l’avvocato.

COSA COSTA LA SEPARAZIONE?

Innanzitutto dobbiamo fare un distinguo: mentre la separazione consensuale si risolve in un ricorso congiunto al tribunale con la firma di entrambi, la separazione consensuale vede i coniugi su posizioni contrastanti ed assistiti entrambi da un avvocato.

Una separazione giudiziale è perciò una vera e propria causa.

La separazione consensuale termina entro 6/9 settimane dal deposito della richiesta e richiede un attività  che può essere prevista con buona certezza.

GRATUITO PATROCINIO E TUTELA DELLE FASCE DEBOLI: IL PERCHE’ DI UNA CONTRADDIZIONE DI STATO.
GRATUITO PATROCINIO o forse indifferenza di stato

GRATUITO PATROCINIO o forse indifferenza di stato

A volte si parla di regia occulta, altre di semplice indifferenza ai più deboli.

L’istituto del gratuito patrocinio è stato sinora scarsamente promosso dallo Stato, che spesso lo ha reso di difficile attuazione e divulgazione, tanto da essere utilizzato da una percentuale inverosimilmente bassa di quei cittadini possedevena i requisiti di ammissibilità.
Eppure il richiamo nelle carte costituzionali italiana ed europea sono la prova che il gratuito patrocinio costituisce, invero, il primo strumento processuale attraverso cui una società  che voglia definirsi “civile”, può davvero garantire il controllo di legalità  e il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge.