GRATUITO PATROCINIO CIVILE: I DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

GRATUITO PATROCINIO CIVILE:

QUALI SONO I DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA DI AMMISSIONE?

Gratuito patrocinio civile: documenti da allegare

Gratuito patrocinio civile: documenti da allegare

La preparazione della domanda di gratuito patrocinio civile è il primo passo per preparare la propria difesa nel processo a cui si è citati o che si intende promuovere per tutelare le proprie ragioni.

Proprio per questo motivo è importante prepararla nel modo corretto ed allegarvi tutta la documentazione richiesta dalla vigente normativa.

Le domande che arrivano al blog, ma pure le precisazioni che necessitano i molti commenti agli articoli, sono l’occasione di fare un opportuno riepilogo di quanto deve essere predisposto ed compiegato all’Istanza che consente l’accesso al patrocinio a spese dello Stato.

CONTRIBUTO UNIFICATO E GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

Gratuito patrocinio e imposte

Gratuito patrocinio

Il contributo unificato ha sostituito le marche da bollo sugli atti  processuali ed è dovuto per i procedimenti giudiziari previsti dalla legge (amministrativo, civile, penale) nonchè a tutti gli atti ad essi necessariamente connessi, con esclusione di quelli che, anche se espletati davanti ad un ufficio giudiziario, non sono correlati ad alcun procedimento e sono destinati a realizzare esigenze e finalità estranee all’attività processuale.

Atteso ciò, alla luce del quadro normativo ed interpretativo di seguito richiamato dal Ministero, e considerata la ratio che ispira le norme dettate in materia di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, l’ente dà interpretazione autentica e attesta che la documentazione necessaria per la predisposizione di un atto processuale – qual è la relazione del consulente tecnico di parte – rientra nella categoria degli atti funzionali al procedimento giudiziario e, pertanto, non da assoggettare a imposta di bollo ma a contributo unificato che, nell’ipotesi di gratuito patrocinio, va prenotato a debito.

PATROCINIO A SPESE DELLO STATO: MODULO ISTANZA DI AMMISSIONE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

Facsimile aggiornato di istanza da depositare presso l’Ordine competente.

AVANTI IL CONSIGLIO DELL’ORDINE

DEGLI AVVOCATI DI VENEZIA


ISTANZA PER L’AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

NEI GIUDIZI CIVILI ED AMMINISTRATIVI

E NEGLI AFFARI DI VOLONTARIA GIURISDIZIONE

(artt. 74 e segg. D.P.R. 30.5.2002, n.115)

+

Lo/la scrivente __________________________

nato/a ______________________Prov. (Venezia) il ____________________.

residente _____________________ CAP, ¦Prov. ______________________.

Via ______________________ .tel. ____________________ cell. __________

C.F. _____________________ di nazionalità _________________________

premesso

1) che i componenti della propria famiglia, con i relativi codici fiscali, sono:

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

___________________________, nato a_________________ .C.F. _______________________

COME FARSI ASSISTERE NEL PROCESSO DALL’AVVOCATO NON AVENDONE I MEZZI?

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

Se sei stato chiamato in un  processo, o hai bisogno di fare causa per tutelare i tuoi diritti, la Tua difesa non trova ostacoli nelle Tue capacità reddituali e nei loro limiti. Il diritto alla difesa è assicurato anche a quelli che vengono definiti “NON ABBIENTI” e che in pratica sono coloro che non possono permettersi con il proprio reddito di pagare un avvocato per stare in causa (attenzione: stiamo parlando solo di cause e non di assistenza al di fuori della causa).

Il diritto alla difesa viene garantito in due documenti fondamentali: la Carta Costituzionale della Repubblica Italiana ed il Trattato per la Costituzione della Comunità Europea.

COSTITUZIONE ITALIANA

Art. 24.

Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.