custom-header
GRATUITO PATROCINIO: CITTADINO IRREGOLARE E CODICE FISCALE

GRATUITO PATROCINIO: SE IL CITTADINO IRREGOLARE NON PUO PROCURARSI IL CODICE FISCALE?

CITTADINO IRREGOLARE E CODICE FISCALE

CITTADINO IRREGOLARE E CODICE FISCALE

La Consulta, con l’ordinanza n. 144 del 14/05/2004, ritiene manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 79, D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115, sollevata in riferimento agli articoli 3, 10 e 24 Cost., nella parte in cui prevede, a pena di inammissibilità della domanda di ammissione al patrocinio dei non abbienti, l’indicazione del codice fiscale, anche nel caso in cui l’istante sia cittadino straniero irregolarmente presente sul territorio dello Stato.

Premesso, infatti, che agli effetti dell’ammissibilità dell’istanza diretta ad ottenere il beneficio in questione, nulla appare escludere la possibilità che lo straniero extracomunitario, in luogo dell’indicazione del codice fiscale, fornisca i dati di cui all’art. 4, D.P.R. n. 605 del 1973 – vale a dire cognome, nome, luogo e data di nascita, sesso e domicilio fiscale.