INTERPELLANZA SUL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER LE VITTIME DI REATI SESSUALI

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE SUL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO – CAMERA 12/20/2014

Vittima della violenza sessuale e gratuito patrocinio

Vittima della violenza sessuale e gratuito patrocinio

Riportiamo il testo dell’interrogazione dei deputati del Partito Democratico Verini e Giuliani che chiede conto al ministro di Giustizia circa l’effettivo stanziamento dei fondi previsti con legge n. 119 del 2013, per estendere  l’accesso al patrocinio dello Stato per le vittime di violenza sessuale senza limiti di reddito.

Il 28 gennaio 2015 risponde in aula il Viceministro Enrico Costa che da atto dei fondi stanziati nel 2013 per il patrocinio a spese dello Stato nel solo settore penale, che hanno dato assistenza processuale a 129.354 persone, a fronte delle 150.903 richieste, con un costo complessivo a carico dello Stato di 100,85 milioni di euro per gli onorari ai difensori.

DECRETO LEGGE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE: ECCO IL TESTO DEFINITIVO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

LA REPRESSIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE DIVENTA DECRETO LEGGE

Violenza di genere e gratuito patrocinio per le vittime

Violenza di genere e gratuito patrocinio per le vittime

Dopo giorni e giorni di incessante campagna mediatica, di discussioni infinite e di effetto eco su qualunque vicenda che abbia anche solo lontana assonanza con i contrasti di coppia, ecco finalmente disponibile il testo definitivo pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’ormai famoso decreto d’urgenza che inasprisce le pene per le condotte rappresentative di violenza di genere e prevede l’estensione del gratuito patrocinio alle vittime di tali violenze (senza limiti reddituali).

Ne avevamo dato anticipazione qui.

Il provvedimento è già in vigore (dal 17 agosto 2013) e dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni dalla pubblicazione a pena di decadere integralmente. La palla passa quindi alle Camere (Deputati e Senatori) che dovranno discuterlo in aula ed approvarlo, se del caso dopo averlo corretto e/o integrato con appositi emendamenti.

PREVENZIONE E CONTRASTO DELLA VIOLENZA DI GENERE CON IL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

IL DECRETO LEGGE DEL GOVERNO LETTA DA ACCESSO AL GRATUITO PATROCINIO ALLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE

Gratuito patrocinio alle vittime di stalking

Gratuito patrocinio alle vittime di stalking senza limite reddituale

Il Governo Letta ha approvato il decreto legge sul femminicidio su proposta dei ministri dell’interno Angelino Alfano, del lavoro e politiche sociali, Enrico Giovannini e della giustizia, Annamaria Cancellieri.

Sotto il titolo di “Prevenzione e contrasto della violenza di genere”, si da anche nuova attuazione all’art. 24 della Costituzione garantendo a tutte le vittime di tali orribili reati l’accesso al gratuito patrocinio senza limiti di reddito.

E’ infatti stabilito che i reati di maltrattamenti ai danni di familiari o conviventi e di stalking sono inseriti tra i delitti per i quali la vittima è ammessa al gratuito patrocinio anche in deroga ai limiti reddituali.

VIOLENZA SESSUALE: LA DIFESA DELLA VITTIMA NON E’ PIU’ UNA QUESTIONE DI REDDITO!

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

GRATUITO PATROCINIO GARANTITO A TUTTE LE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE

DAL 2009 LE VITTIME DEL REATO SONO DIFESE GRATIS DALLO STATO.

VEDIAMO COME.

Vittima della violenza sessuale e gratuito patrocinio

Vittima della violenza sessuale e gratuito patrocinio

La recente riforma (cd. Decreto Antistupro) ha previsto per le vittime il patrocinio a spese dello stato indipendentemente dai limiti di reddito: il decreto legge del 20 febbraio 2009 n. 11 (convertito con la Legge 23 aprile 2009, n. 38) consente quindi di andare oltre i limiti soggettivi previsti finora dal Testo Unico spese di Giustizia (DPR 115/2002).

La recente norma ha così sancito l’ammissione al gratuito patrocinio per le vittime dei reati di violenza sessuale, atti sessuali con minorenni e violenza sessuale di gruppo (artt. 609-bis, 609-quater e 609-octies del codice penale) a prescindere dalla presenza di condizioni reddituali di non abbiente (€ 10.776,33).