TROPPI AVVOCATI? MA E’ DAVVERO UN PROBLEMA?

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

TROPPI AVVOCATI O TROPPE CAUSE?

TROPPI AVVOCATI?

TROPPI AVVOCATI?

Sono le cause a chiamare gli avvocati o gli avvocati a generare le cause?

La domanda non é banale come si può pensare, visto che per vent’anni tutte le critiche al mondo forense sono partite dalla seconda tesi.
A dirla tutta dovremmo prima ricordare che in questi vent’anni abbiamo visto la parabola del partito delle manette, prima ascendente e poi all’opposto.
A partire da tangentopoli i fans di Dipietro hanno monopolizzato ogni ermeneutica della Giustizia italiana diventando prima i monopolisti della sinistra e poi i supporters veterotestamentari dell’antiberlusconismo. Tutto é aumentato in un crescendo parossistico e turbinante per spegnersi infine nel ridicolo della corte intimista del Vate di Arcore.

LE SPESE LEGALI DI CONTROPARTE NON VENGONO PAGATE DAL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

LA CASSAZIONE PRECISA CHE IL GRATUITO PATROCINIO NON PAGA LE SPESE LEGALI DOVUTE ALL’AVVERSARIO IN CASO DI SOCCOMBENZA

Le spese legali avversarie e il Gratuito Patrocinio

Le spese legali avversarie e il Gratuito Patrocinio

Lo Stato deve pagare solo il difensore per cui vi è stata ammissione al gratuito patrocinio civile mentre, se la parte perde la causa anche con le spese legali, da rifondere a controparte, queste restano a carico del soggetto assistito con il beneficio statale che dovrà sostenerle in proprio.

In particolare, l’ammissione al gratuito patrocinio nel processo civile non comporta che siano a carico dello Stato le spese che l’assistito dal beneficio sia condannato a pagare all’altra parte risultata vittoriosa, perché “gli onorari e le spese” di cui all’art.131 d.P.R. cit. sono solo quelli dovuti al proprio avvocato , che lo Stato, sostituendosi alla stessa parte si impegna ad anticipare in sede di concessione provvisoria del gratuito patrocinio. Non vi è invece alcun obbligo in merito al sostenere le spese di soggetti terzi.

GUIDA BREVE ALLA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA’

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

VUOI SAPERE DI PIU’ SU SFRATTO PER MOROSITA’ E GRATUITO PATROCINIO: ECCO LA GUIDA BREVE ALLA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA’

Scarica GRATIS l’E-BOOK dell’Associazione “ART. 24 Cost.“:

Guida Breve al procedimento di intimazione di convalida di sfratto per morosità anche con il gratuito patrocinio

Guida Breve allo Sfratto per Morosità

Guida Breve allo Sfratto per Morosità

Una giustizia giusta ha lo scopo di garantire l’accesso a strumenti di tutela efficienti. Questo vale anche per la difesa dei diritti che nascono dal rapporto di locazione e per la tutela del credito.

Del resto, mai come in questo momento ve ne è stato bisogno: la situazione economica nazionale erode la liquidità di tutti gli italiani e le famiglie stringono sempre di più i cordoni della borsa. In tali frangenti vengono meno persino le disponibilità per la vita quotidiana e, quindi, si accentuano gli attriti fra locatori ed inquilini.

GUIDA BREVE AL RECUPERO CREDITI CON DECRETO INGIUNTIVO E GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

VUOI SAPERE DI PIU’ SU RECUPERO CREDITI E GRATUITO PATROCINIO: ECCO LA GUIDA BREVE AL DECRETO INGIUNTIVO

Scarica GRATIS l’E-BOOK dell’Associazione “ART. 24 Cost.“:

Guida Breve al procedimento speciale per il recupero del credito anche con il gratuito patrocinio

Guida al recupero crediti con decreto ingiuntivo

Guida Breve al Decreto Ingiuntivo per recupero crediti

Per una giustizia giusta, il diritto alla difesa deve garantire l’accesso a strumenti di tutela efficientii. Questo vale anche per la difesa dei diritti patrimoniali e per la tutela del credito.

Del resto, mai come in questo momento ve ne è stato bisogno: infatti, tutti sappiamo che la crisi economica erode sempre di più la liquidità a disposizione degli italiani e la conseguenza diretta è l’aumento epidemico dell’insolvenza, sia fra imprenditori che fra semplici privati cittadini. Dalle difficoltà di tutti i giorni nasce così l’esigenza di informarsi e scoprire come fare, di conoscere quali sono gli strumenti per darsi tutela e quali sono i problemi e i costi ai quali si va incontro.

RISARCIMENTO LEGGE PINTO: GRATUITO PATROCINIO O PATTO QUOTA LITE?

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

RISARCIMENTO LEGGE PINTO: per farmi risarcire dallo Stato per le cause troppo lunghe mi tocca anche pagarmi l’avvocato? Forse, NO!

I tempi della giustizia: la risposta è patto di quota lite o gratuito patrocinio?

I tempi della giustizia: la risposta è patto di quota lite o gratuito patrocinio?

Tutti, ma proprio tutti, ormai sanno che in Italia i processi durano ere geologiche. E, siccome quasi tutti ci sono passati, anche i sassi hanno capito che non dipende dalle scelte delle parti processuali o dagli avvocati, ma dal sistema! La macchina ha smesso di funzionare già decenni fa, schiacciata dal peso dei troppi procedimenti e da regole che in passato erano ancor più farraginose di oggi. Non devi però credere che ora il meccanismo processuale sia stato snellito e si viva solo del peso delle colpe di ieri. Il codice processuale italiano è targato anni 40’ ed era stato concepito per una gestione processuale con tempi da carta carbone e 30.000 avvocati in tutta Italia.

GUIDA BREVE AL RISARCIMENTO EX LEGGE PINTO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

SE IL TUO PROCESSO HA AVUTO UNA DURATA IRRAGIONEVOLE

SCARICA IL MANUALE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO EX LEGGE PINTO

Scarica ora l’e-Book Gratuito: “Guida all’indennizzo per l’eccessiva durata del processo

Guida Breve alla Riabilitazione Penale

Guida Breve all'indennizzo ex Legge Pinto

Come sai, la macchina processuale viene attivata dai cittadini per ottenere giustizia quando subiscono l’illegittima compressione di un diritto: con essa si chiede al sistema giudiziario di porvi immediatamente rimedio. Purtroppo, però, i risultati processuali che dovrebbero tutelare le situazioni giuridiche compromesse diventano spesso inefficaci a causa delle lungaggini procedurali.

E purtroppo le conseguenze di questi ritardi non sono mai leggere sia sotto il profilo materiale che sotto quello psicologico.

VADEMECUM PER IL TESTIMONE DEL PROCESSO CIVILE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

COSA RACCONTERANNO I TUOI TESTIMONI?

Cosa dirà  quel  testimone?

Cosa dirà quel testimone?

L’oggetto dei nostri articoli è usualmente imperniato sull’assistenza processuale con il gratuito patrocinio. Si parla quindi sempre di processo, civile o penale che sia, e questo perchè il beneficio di Stato è esteso ai non abbienti solo per le attività  che si svolgono nel corso di un procedimento avanti il Giudice.

Oggi vogliamo parlare del procedimento, di cosa si svolge dopo l’avvio del contenzioso e di cosa bisogna sapere per comprendere la rilevanza della prova più importante, la testimonianza  che verrà  ad esistere appunto a processo inoltrato.

Non si deve infatti prescindere dallo svolgimento effettivo di ogni specifico iter processuale.

GRATUITO PATROCINIO: GUIDA AL LICENZIAMENTO ED ALL’IMPUGNAZIONE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

IL LICENZIAMENTO NON CONFORME ALLA LEGGE E’ ILLEGITTIMO

SCARICA IL MANUALE

PER CONOSCERE TUTTO SUL LICENZIAMENTO

E SU COME AFFRONTARLO CON IL GRATUITO PATROCINIO

Scarica l’e-Book Gratuito:

“Guida Breve al Licenziamento ed all’impugnativa con il Gratuito Patrocinio”


Guida al licenziamento

Guida al licenziamento

– Sei un lavoratore dipendente, in azienda tira aria di licenziamento e non sai cosa fare?

– La crisi peggiora e Ti sei chiesto dove trovare qualcosa di utile in materia di licenziamento e gratuito patrocinio?

Ora puoi scaricare il nostro nuovo ebookGuida Breve al Licenziamento con il Patrocinio a spese dello Stato” (gratuitamente e con facoltà di distribuirlo) o semplicemente visionarlo a video.

RECUPERO CREDITI DA LAVORO: RETRIBUZIONE E TFR

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

VI HANNO DETTO CHE LA BUSTA PAGA VE LA DANNO IL MESE PROSSIMO?

E’ SUCCESSO ANCHE IL MESE SCORSO?

Voi, allora, avete un problema!

Busta paga

Busta paga

A fine anno, lo stato di difficoltà  delle aziende sta conducendo  operai ed impiegati verso  un orizzonte di incertezza e di rischio. Si, anche i lavoratori rischiano.

  • Cosa succederà  se il datore di lavoro non ce la farà  e verrà  travolto dalla crisi e dai debiti?
  • Pagherà  i crediti da lavoro prima dei debiti che garantisce personalmente con la propria casa?
  • Come farà  allora questo dipendente, che non è stato pagato per più retribuzioni mensili e che avanza anche il TFR e le altre competenze di fine rapporto?

QUALI SONO I 6 INGREDIENTI DI UN ATTO VINCENTE??

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

PERCHE’ ALCUNE IDEE NASCONO VINCENTI E ALTRE NO?

Ci sono progetti e messaggi che diventano realtà condivise da tutti ed altri, magari con aspetti comunque interessanti, che scompaiono dalla memoria dopo pochi giorni o settimane.

Per questo motivovincente” ed  “efficace” sono sempre più spesso abbinati a “che non si dimentica o abbandona facilmente“, questo soprattutto soprattutto con riferimento ai modi di dire, ai messaggi, alle idee.

Quindi si potrebbe dire che una comunicazione è efficace quando resta nella memoria del soggetto che la riceve. Un’idea vince se buca il muro dell’oblio! Questo vale anche nel mondo degli avvocati e dei tribunali: in ogni causa si cerca di trasmettere un messaggio e convincere chi legge (il Giudice) che si tratta del messaggio vincente. Il sistema giusto è quello di NON FAR PIU’ DIMENTICARE al Giudice la propria tesi difensiva; MA COME SI FA??

CINQUE REGOLE PER VINCERE UNA CAUSA

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr


Un atto è vincente se segue la traiettoria giusta per colpire il bersaglio.

Ricorda quindi che, anche nel gratuito patrocinio, il tuo avvocato deve essere un buon comunicatore perché deve far preferire il tuo messaggio a quello degli altri!

Non ci sono ricette infallibili ma ricordati che esistono passaggi obbligati per non incorrere in errori irreparabili. E questo vale sempre, in qualunque processo, con o senza patrocinio a spese dello stato.

Questo è un piccolo promemoria di cinque punti fondamentali. Ecco i cinque passaggi necessari ad un atto vincente.

Per poter verificare assieme al Tuo avvocato che gli atti siano ottimizzati alla vittoria della causa, Te li riportiamo qui sotto.

1) Scegli un titolo che attiri l’attenzione su ogni paragrafo!

CRISI ECONOMICA IN CRESCITA MA AVVOCATO GRATUITO PER DIFENDERSI

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on RedditShare on Tumblr

CRISI E TRIBUNALI SONO COLLEGATI?

La crisi economica avanza e il rischio di un contenzioso cresce. Si, sembra una frase fatta ma è la realtà. Purtroppo,  anche la nostra!

Questa analisi vale sia

  • se siete dei creditori,
  • se siete dei possibili, ma non certi, debitori.

Vediamo assieme il perché.

  1. Se avete prestato dei soldi a qualcuno o avete venduto qualcosa, e non vi hanno ancora pagato, la capacità di fare fronte ai propri impegni del debitore è gradualmente in calo con l’avanza della crisi economica. La tentazione di non pagare ed inventarsi delle giustificazioni, più o meno valide, può essere forte.