Archivio tag: patrocinio a spese dello stato

DDL PER GRATUITO PATROCINIO ALLA NEGOZIAZIONE ASSISTITA UNITO ALLA RIFORMA DEL CPC

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

IL DISEGNO DI LEGGE PER DARE IL GRATUITO PATROCINIO ALLA NEGOZIAZIONE ASSISTITA E’ STATO UNITO ALLA RIFORMA DEL PROCESSO CIVILE

NEGOZIAZIONE ASSISTITA E GRATUITO PATROCINIO

NEGOZIAZIONE ASSISTITA E GRATUITO PATROCINIO

Con l’esame in Commissione Giustizia al Senato  del 3 agosto scorso, il disegno di legge S. 2135 viene unito alla riforma del processo civile ed approda all’esame congiunto. La speranza di vedere estendere il beneficio del gratuito patrocinio anche alla gestione stragiudiziale del contenzioso, pur se prevista a condizione di procedibilità, diventa quindi qualcosa di concreto.

Ricordiamo che il DDL S. 2135 era stato presentato dal senatore Enrico Buemi su istanza dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura che ne aveva elaborato la stesura con il lavoro  dell’apposita Commissione Patrocinio a spese dello Stato. La proposta di legge si avvicina perciò ad un percorso accelerato visto che il ddl (2284) accorpante è stato anche già approvato alla Camera dei deputati.

ANCHE AL SENATO IL DDL X ESTENSIONE DEL GRATUITO PATROCINIO A MINORI E DISABILI

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

ANCHE AL SENATO LA PROPOSTA OUA DI ESTENSIONE DEL GRATUITO PATROCINIO A MINORI E DISABILI

Al Senato il DDL x minori e disabili con gratuito patrocinio

Al Senato il DDL x minori e disabili con gratuito patrocinio

Dopo l’esordio alla Camera dei Deputati con il DDL 3720, la proposta dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura sbarca anche nell’altra Camera: il senatore Enrico Buemi ha depositato lo scorso 3 maggio un pari DDL (S. 2367) qui sottoscritto da ben 26 senatori, quasi il 10 % del Senato, che chiede di estendere a figli minori e disabili l’accesso al patrocinio dello Stato senza limite di reddito per la costituzione di parte civile nel reato di mancato versamento degli alimenti nei loro confronti.

Si tratta di una manifestazione di rilevanza della proposta dell’Avvocatura italiana che chiede di dare migliore tutela ai più deboli ed indifesi.

CASSAZIONE: SI DEVONO TOGLIERE GLI ONERI DEDUCIBILI DAL REDDITO DEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

OUA E CONGRESSO AVEVANO RAGIONE: VANNO TOLTI GLI ONERI DEDUCIBILI DAL REDDITO DEL GRATUITO PATROCINIO E COSI’ AUMENTA IL NUMERO DEGLI AVENTI DIRITTO

Corte di cassazione, sentenza 17 agosto 2016, n. 34935.

Oneri deducibili via da reddito del gratuito patrocinio

Oneri deducibili via da reddito del gratuito patrocinio

La Suprema Corte affronta la tematica dell’esatta determinazione del limite del reddito per accedere al patrocinio a spese dello Stato precisando finalmente che esso deve computarsi al netto degli oneri deducibili ma non degli oneri detraibili.

Si viene così incontro per via giurisprudenziale a quanto chiesto dall’avvocatura nel corso dello scorso congresso forense a Venezia ed OUA in merito alla necessità di precisazione delle modalità di omogenea determinazione del reddito da impiegare nella determinazione della soglia di accesso alla difesa dei non abbienti.

IN GAZZETTA IL DM 15.07.2016 PER LA COMPENSAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

ECCO IL DM 15.07.2016 PER LA COMPENSAZIONE DEL GRATUITO PATROCINIO

compensazione gratuito patrocinio

compensazione gratuito patrocinio

Arriva in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale per consentire la compensazione dei debiti fiscali dell’avvocato con i crediti per spese, diritti e onorari,  spettanti ai medesimi avvocati che hanno assistito clienti in regime di patrocinio a spese dello Stato.

Ricordiamo che il DM segue a quanto approvato in legge di Stabilità 2016 a seguito di un lavoro dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura iniziato con il Congresso Nazionale Forense di Venezia l’11.10.2014 ove venne approvata una mozione scritta da un avvocato che lavora anche per l’associazione Art. 24 Cost.: Alberto Vigani.

Per consentire a tutti gli interessati interessati di poterne fruire, riportiamo di seguito il testo integrale del Dm pubblicato in Gazzetta il 27 luglio 2016.

GUIDA ALLA SEPARAZIONE ED AL DIVORZIO CON IL GRATUITO PATROCINIO – III EDIZIONE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

LA DIFESA E’ UN DIRITTO ANCHE QUANDO FINISCE IL MATRIMONIO

SCARICA IL MANUALE

PER GESTIRE SEPARAZIONE E DIVORZIO

CON IL GRATUITO PATROCINIO

Guida Separazione e Divorzio

Guida Separazione e Divorzio

Scarica l’e-Book Gratuito:

“Guida Breve alla Separazione e al Divorzio con il Gratuito Patrocinio III Edizione”


Ti trovi a prendere in considerazione la separazione dei coniugi od il divorzio e non sai come organizzare la Tua difesa?

Hai trovato questo blog e Ti sei chiesto se potevi avere dei consigli pratici sul gratuito patrocinio per la separazione personale dei coniugi o per il divorzio?

Oggi puoi scaricare il nostro ebook aggiornato (III EDIZIONE) su “Separazione dei Coniugi e Divorzio” (gratuitamente e con facoltà di distribuirlo) o semplicemente visionarlo a video.

COMPENSAZIONE DEI CREDITI DA GRATUITO PATROCINIO? ORA SI PUO’!

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI CREDITI DA GRATUITO PATROCINIO CON LE TASSE DELL’AVVOCATO

COMPENSAZIONE GRATUITO PATROCINIO

COMPENSAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Ogni Avvocato sa che per garantire una difesa servono le risorse per sostenerla.
Per quasi 15 anni, dalla promulgazione del DPR 115/2002 che ha ridisciplinato la difesa dei non abbienti prevista dall’art. 24 della Costituzione, l’avvocatura ha faticato a garantire assistenza dei più deboli perchè i pagamenti dei processi sostenuti arrivavano ad anni di distanza dalla loro fine.

AMMISSIONE GRATUITO PATROCINIO: INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

MA AI PARLAMENTARI IMPORTA DEL GRATUITO PATROCINIO NEGATO?

Gratuito patrocinio in Senato

Gratuito patrocinio in Senato

In Senato si parla di diritto al legal Aid? Pare di sì.

Riportiamo una interessante interrogazione del senatore Luigi Manconi che interviene in aula con una interrogazione al Ministero di Giustizia per avere contezza di un provvedimento del Giudice che rigetta una richiesta di ammissione al gratuito patrocinio: ciò sarebbe stato motivato con il dubbio che l’interessato “sopravviva esclusivamente mercè il reddito indicato (…) palesemente insufficiente, se non altro al fine di effettuare le spese primarie, per vivande, abitazione o locomozione“.

OPPOSIZIONE A RIGETTO DOMANDA DI AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

COME FARE L’OPPOSIZIONE AL RIGETTO DELLA DOMANDA PER IL GRATUITO PATROCINIO?

Opposizione a rigetto gratuito patrocinio?

Opposizione a rigetto gratuito patrocinio?

Ecco un esempio su come presentare l’opposizione alla mancata ammissione al gratuito patrocinio penale. Il ricorso deve essere presentato al giudice del merito che deve disporre l’integrazione della documentazione prima di respingere la domanda.

Vediamo la recentissima sentenza della Cassazione Penale n. 10730/16

La Suprema Corte pronuncia con riferimento alla presentata opposizione al provvedimento di rigetto della richiesta di ammissione al patrocinio a spese dello Stato nel processo penale ai sensi e per gli effetti del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 99.

Il rigetto era stato fondato  sulla mancata produzione dei documenti confermanti  la sussistenza dei requisiti reddituali del richiedente l’ammissione.

VADEMECUM ISTANZE DI LIQUIDAZIONE PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

GUIDA ALLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI DEL GRATUITO PATROCINIO

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

L’Ordine degli Avvocati di Torino, dopo la riforma che ha introdotto l’art. 83 comma 3 bis al DPR 115/2002,  ex legge di stabilità 2016, ha pubblicato un interessante prontuario sull’applicazione della riforma per la liquidazione immediata dei compensi del patrocinio a spese dello Stato.

Ne condividiamo i contenuti con i lettori per diffondere la conoscenza della prassi del 5° più grande ordine forense italiano.

David del Santo

Vademecum istanze liquidazione PATROCINIO A SPESE DELLO STATO presentate in udienza (dopo art. 83 comma 3 bis DPR 115/2002, introdotto dalla legge di stabilità 2016)

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO: SERVE DEPOSITO ISTANZA PRIMA DI FINE LITE

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

QUANDO DEPOSITARE L’ISTANZA PER OTTENERE LA LIQUIDAZIONE IMMEDIATA DEL GRATUITO PATROCINIO?

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

LIQUIDAZIONE GRATUITO PATROCINIO

Come abbiamo già scritto qui, la recente riforma di cui all’art. 83, comma 3 bis, d.P.R. 115/2002 prevede la liquidazione del compenso per il difensore di parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato entro la chiusura della fase processuale alla quale detta parcella è inerente. Detta norma si applica anche ai processi in corso e quindi a tutte le liquidazioni successive al 22 gennaio 2016.

Per consentire la liquidazione della sua parcella, l’avvocato del gratuito patrocinio deve perciò depositare la richiesta di pagamento dei compensi prima della chiusura del giudizio.

Diversamente, il magistrato non avrà alcunché su cui provvedere e chiuderà il procedimento, o la sua fase, senza liquidare le competenze del gratuito patrocinio.

QUESTO NON E’ UN PAESE PER INNOCENTI!

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

DICIAMOCELO: QUESTO NON E’ UN PAESE PER INNOCENTI!

Non è un paese per innocenti!

Non è un paese per innocenti!

In un mondo normale, con istituzioni normali e un’opinione pubblica normale, nessun si stupirebbe se qualcuno desse per scontata una giustizia effettivamente accessibile.

Ma qui non è così. Qui la giustizia non è per tutti.

Il nostro ordinamento è forse fra i più evoluti, sicuramente è quello con la maggior storia giuridica, abbiamo avuto e siamo stati protagonisti del pensiero occidentale in materia di democrazia e diritti. Purtroppo non basta. O almeno non basta più.

Mi chiederete perché.
La risposta non è al singolare. Probabilmente non è nemmeno nell’ordine delle cose finite.

Di un fatto però sono certo: “il nostro sistema non funziona anche per l’errata concezione di cos’è e cosa fa l’avvocato“.

DIFESA GRATUITA PER FIGLI MINORI E DISABILI: AVANZA LA TUTELA DEGLI “ULTIMI”

La conoscenza è potere: condividi e fai girare.Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

GRATUITO PATROCINIO: ASSISTENZA PROCESSUALE A FIGLI MINORI E DISABILI PER COSTITUIRSI PARTE CIVILE PER I MANCATI ALIMENTI

Più una persona è indifesa, più è grave la sua situazione di vittima. Per questo, qualche mese fa OUA ha deliberato il sostegno di una bozza di DDL per tutelare coloro che più di tutti sono a rischio: i figli minori ed i figli disabili. Loro sono infatti i soggetti più vulnerabili di fronte alle omissioni di quei genitori  che dovrebbero provvedere ai loro bisogni.

Oggi, la delibera OUA diventa realtà con l’arrivo in parlamento della proposta di 16 deputati per estendere, a prescindere dal reddito, il patrocinio a spese dello Stato a favore dei figli minori e disabili per costituirsi parte civile nei confronti del genitore inadempiente.