Archivio tag: patrocinio a spese dello stato

GRATUITO PATROCINIO: PERCHÉ’ SERVE L’AUMENTO DEL TETTO REDDITUALE?

É GIUSTIZIA SE SALVI TUTTI O, PER FARE GIUSTIZIA, NE PUÒ BASTARE ANCHE SOLO UNO?

Gratuito patrocinio: save me!

Gratuito patrocinio: save me!

La domanda me la sono posta di recente perché, dopo l’aggiornamento del tetto reddituale per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato, tanti mi dicono che, se non si ha tutto, non serve nemmeno avere qualcosa.
Con la nostra battaglia abbiamo aumentato il numero delle persone che possono accedere alla difesa a spese dello Stato, ottenendo l’applicazione della legge che imponeva un aumento dimenticato da ben 37 mesi.

Una bella vittoria della giustizia.

Certo, di primo acchito, l’adeguamento ISTAT in sè può sembrare deludente.

Secondo la legge, infatti, si deve aumentare il reddito di riferimento per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato della misura pari alla variazione ISTAT biennale intercorsa dal 30 giugno 2012 al 30 giugno 2014 ai sensi e per gli effetti dell’art. 77 del DPR 115/2002.

GRATUITO PATROCINIO: OUA, PARLAMENTO E MINISTRO UNITI PER DARE TUTELA

5 INTERROGAZIONI PARLAMENTARI X ADEGUAMENTO SOGLIA REDDITTUALE PER AMMISSIONE AL GRATUITO PATROCINIO  E CONSEGUENTE DM

IL CITTADINO CHIEDE ACCESSO ALLA GIUSTIZIA, IL POLITICO INTERVIENE, IL GOVERNO GARANTISCE IL RISPETTO DEL PERCORSO NORMATIVO AUMENTANDO LA SOGLIA PER L’AMMISSIONE.

Storia di un corretto approccio all’attivismo civico!

INTERROGAZIONE CAMERA DEI DEPUTATI

INTERROGAZIONE CAMERA DEI DEPUTATI

Storia di un corretto approccio all’attivismo civico!

L’art. 24 della Costituzione prevede che sia garantito l’accesso alla giustizia ai meno abbienti con appositi mezzi disposti successivamente con con il TUSG DPR 115/2002 disciplinate il patrocinio a spese dello Stato. L’art. 77 di quest’ultimo decreto prevede che la difesa pagata dallo Stato sia garantita a tutti coloro che hanno una certa soglia di reddito che viene aggiornata ogni 24 mesi.

GRATUITO PATROCINIO: EFFETTI E DECORRENZA DELL’AMMISSIONE

AMMISSIONE RETROATTIVA: NIENTE ANTICIPI DI SPESE NEL GRATUITO PATROCINIO

circolare bis

Decorrenza effetti ammissione: circolare bis

Il Ministero di Giustizia interviene e precisa che gli effetti decorrono dalla domanda anche per gli atti depositati in attesa dell’atto di ammissione e ciò vale anche per la prenotazione a debito delle spese correlate: leggasi contributo unificato e marche da bollo.

Superando la circolare di qualche mese fa (15 ottobre 2014), viene quindi precisato che non serve anticipare alcun importo e, semmai, in caso di mancata ammissione, sarà la cancelleria a provvedere alla riscossione degli importi non versati.

Resta onere della parte istante il depositare presso la cancelleria competente e senza indugio il provvedimento di ammissione al patrocinio a spese dello Stato per evitare l’attivazione della procdura di riscossione.

ECCO L’AUMENTO TETTO AL REDDITUALE DEL GRATUITO PATROCINIO

GRATUITO PATROCINIO: IL MINISTERO ADEGUA IL TETTO REDDITUALE IN RITARDO DI 37 MESI

Aumento tetto reddituale gratuito patrocinio

Aumento tetto reddituale gratuito patrocinio

Gli interventi del Congresso Nazionale Forense, di OUA, di Art. 24 COST. e le interrogazioni parlamentari (alla Camera ed al Senato) hanno finalmente portato il Ministro di Giustizia Andrea Orlando ad adeguare il tetto reddituale del patrocinio a spese dello Stato recuperando il biennio di ritardo che trascinava oramai da oltre 4 anni.

Ora il tetto reddituale è aumentato a € 11.528,41 ed è aggiornato al 30 giugno 2014 (prima era di € 11.369,24). Il prossimo aumento sarà da computare ed attendere alla fine del biennio in corso,  al 30 giugno 2016.

L’aggiornamento è stato emanato con il Decreto del Ministro della Giustizia del 7.05.2015 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 186 del 12.08.2015.

PATROCINIO A SPESE DELLO STATO O A SPESE DELL’AVVOCATO?

MA CHI LO PAGA IL GRATUITO PATROCINIO??

MA CHI PAGA L'AVVOCATO??

MA CHI PAGA L’AVVOCATO??

Non lo sapete? Senza accesso alla difesa non esiste giustizia, ma questa difesa qualcuno deve pur garantirla.

Per questa ragione la Carta Costituzionale prevede, all’art. 24, che siano previsti gli strumenti per consentire ai non abbienti di ottenere assistenza processuale a prescindere dalla loro capacità di sostenere il costo di un avvocato.

Per capire come il sistema funziona, e chi lo sostiene, bisogna conoscere le fonti e cio che ne discende.

La disciplina prevista dalla Costituzione è stata poi articolata nel DPR 115/2002 che istituisce il patrocinio a spese dello Stato: un istituto che consente ad ogni richiedente, in possesso dei requisiti di legge, di accedere alla difesa processuale gratuita senza dover anticipare alcuna spesa. il soggetto beneficiario può fruire quindi dell’accesso diretto ed immediato alla difesa processuale senza dover sopportare alcun costo a suo carico.

STOP AI RITARDI NEI PAGAMENTI DEGLI AVVOCATI DEL GRATUITO PATROCINIO

BASTA GRATUITO PATROCINIO A CARICO DELL’AVVOCATO

Gratuito patrocinio allla Camera dei Deputati

Gratuito patrocinio allla Camera dei Deputati

 Tutti sappiamo che una difesa senza voce é una difesa debole, e se una delle parti del processo é più forte dell’altra anche la giustizia sarà zoppa.

Oggi possiamo avere la cura che rende equilibrato il rapporto fra le parti nel processo anche quando una delle due ha minori risorse economiche e non può sostenere con mezzi propri la sua difesa.

Arriva l’uovo di Colombo per rendere effettivo il diritto al gratuito patrocinio per i meno abbienti: se lo Stato non paga l’Avvocato (o ci mette troppo, oltre due anni come accade ora) ora si può compensare con il Fisco, e i legali che ne hanno diritto possono detrarre quanto spetta loro da Irpef, Iva, contributi previdenziali.

OUA: INTERVISTA A MIRELLA CASIELLO E ALBERTO VIGANI

OUA: IL GRATUITO PATROCINIO INTERESSA MILIONI DI ITALIANI, NON SI PUO’ CARICARLO SOLO SUGLI AVVOCATI

il gratuito patrocinio? Chiedilo agli avvocati.

il gratuito patrocinio? Chiedilo agli avvocati.

Dal Corriere della Sera: ecco l’intervista integrale della Presidente Oua e del coordinatore della Commissione Patrocinio a spese dello stato OUA. L’Organismo Unitario dell’Avvocatura fa il punto degli sforzi in corso per sensibilizzare l’attenzione pubblica sull’istituto dell’assistenza legale gratuita per i non abbienti prevista dal dettato costituzionale.

Un intervento che spiega l’attività ed il percorso scelti dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura, che organizzerà a Torino la Conferenza Nazionale dell’Avvocatura nel prossimo novembre.

  • Per le fascie deboli si può e si deve fare di più 

Di Mirella Casiello, Presidente Oua

INTERROGAZIONE ANCHE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI PER AUMENTARE IL GRATUITO PATROCINIO

LA CAMERA DEI DEPUTATI CHIEDE AL MINISTRO DI AUMENTARE IL TETTO REDDITUALE DEL GRATUITO PATROCINIO

INTERROGAZIONE CAMERA DEI DEPUTATI

INTERROGAZIONE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

Undici deputati di maggioranza presentano un’interrogazione per far adeguare il tetto reddituale del patrocinio a spese dello Stato in ritardo di 37 mesi.

A distanza di meno di un mese da quella precedente, il ministro di Giustizia vede arrivare una nuova interrogazione parlamentare che chiede di aumentare il tetto reddituale del patrocinio per i non abbienti adeguandolo alla misura di legge scaduta al 30 giugno 2012. La soglia di reddito per essere ammessi deve essere aumentata con l’indice ISTAT ogni 24 mesi mentre, oggi, siamo fermi all’aggiornamento al giugno di oltre 3 anni fa.

GRATUITO PATROCINIO: OUA SOSTIENE DDL ROSSOMANDO PER COMPENSAZIONE VOLONTARIA TASSE CON CREDITI

OUA VUOLE UNA SOLUZIONE AI RITARDI NEI PAGAMENTI DEL GRATUITO PATROCINIO: PUO’ ESSERE LA COMPENSAZIONE

OUA: gratuito patrocinio

OUA

Arriva una soluzione al ritardo oramai perenne con cui lo Stato paga i professionisti che lavorano per lui.

La deputata Rossomando, un avvocato, ha presentato un disegno di legge che permette di superare i tempi da ere geologiche con cui la Ragioneria dello Stato mette a disposizione i fondi per pagare i professionsiti: l’idea è semplice ma geniale. Come per altri operatori economici, si mette a disposizione del creditore privato, l’avvocato, la possibilità di compensare volontariamente i propri crediti con le imposte che sono maturate a suo debito verso l’erario.

Il primo soggetto istituzionale a crederci, dopo che lo ha chiesto a piena voce proprio il Congresso Forense del 2014, è stata appunto l’OUA: l’Organismo unitario dell’avvocatura.

GRATUITO PATROCINIO: INTERROGAZIONE AL SENATO PER ADEGUARE IL TETTO REDDITUALE

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE: 36 MESI DI RITARDO PER IL GRATUITO PATROCINIO

OUA: gratuito patrocinio

OUA

Il tetto reddituale per l’ammissione al gratuito patrocinio deve essere aggiornato del tasso ISTAT ogni 2 anni. Purtroppo in Italia abbiamo perso un intero biennio di adeguamento ed oggi l’ultimo adeguamento del tetto reddituale risale al 30 giugno 2012. Oggi siamo al 30 giugno 2015: sono passati oramai 3 anni.

Serve aumentare la soglia reddituale dell’inflazione di questo triennio e serve farlo subito.

  • Lo ha segnalato l’associazione Art. 24 Cost.
  • Lo ha rilevato il Congresso Nazionale Forense.
  • Lo ha ribadito l’Organismo Unitario dell’Avvocatura.

Ora è stato chiesto nelle aule parlamentari con l’interrogazione al Senato della Repubblica dall’Onorevole Enrico Buemi, che esige una risposta scritta.

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE CHIEDE ADEGUAMENTO TETTO REDDITUALE

LA RICHIESTA DI OUA E CONGRESSO PER LA TUTELA DEL GRATUITO PATROCINIO DIVENTA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE AL SENATO

Senatore Enrico Buemi tutela gratuito patrocinio

Senatore Enrico Buemi

GIUSTIZIA: IL SENATORE ENRICO BUEMI, URGENTE ADEGUARE TETTO REDDITUALE PER L’ACCESSO AL PATROCINIO GRATUITO GARANTITO AI MENO ABBIENTI

24 GIUGNO 2015 – L’Onorevole Buemi spiega il suo intervento al senato in tutela del diritto all’accesso alla difesa ed al gratuito patrocinio, esponendo i contenuti dell’interrogazione appena presentata.

L’associazione Art. 24 Cost. è orgogliosa di dare diffusione alla notizia riportando per intero l’intervento stampa del senatore Buemi che ha sempre avuto la massima sensibilità per la tutela dei diritti del cittadino e, in particolar modo, quelli nei confronti dello strapotere dello stato.

Ci riserviamo di dare miglior diffusione anche al testo dell’interrogazione non appena ne verrà data pubblicazione da parte degli uffici parlamentari.

ARRIVA LA COMPENSAZIONE DEI CREDITI DA GRATUITO PATROCINIO CON LE TASSE

IL PARTITO DEMOCRATICO SOSTIENE UN DISEGNO DI LEGGE CHE CHIEDE LA COMPENSAZIONE DEI CREDITI DEL GRATUITO PATROCINIO CON LE TASSE

PD & Gratuito Patrocinio

PD & Gratuito Patrocinio

Basta attese infinite per il pagamento delle parcelle per la difesa dei non abbienti.

Il PD, con la senatrice Anna Rossomando, ha depositato il DDL 3109 con cui chiede di dare miglior funzionamento al patrocinio a spese dello Stato provvedendo alla compensazione dei crediti maturati in regime di gratuito patrocinio  con le tasse dei professionisti.

Finalmente si vuole dare effettiva attuazione all’accesso alla difesa da parte dei non abbienti anche accogliendo quanto richiesto dalla mozione n. 32 del Congresso Nazione Forense dello scorso ottobre.